Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Gatti malati, feriti e affamati: sequestro a Trecastelli

Dopo una segnalazione sono intervenute le guardie zoofile dell'Oipa assieme ai carabinieri forestali in una casa a Monterado, scoprendo pessime condizioni igienico sanitarie. Due donne sono finite nei guai

I gatti all'interno dell'appartamento a Trecastelli, trovati da Oipa e Carabinieri forestali
I gatti all'interno dell'appartamento a Trecastelli, trovati da Oipa e Carabinieri forestali

TRECASTELLI – Sono due le donne di Trecastelli finite nei guai per la detenzione in casa di circa 70 gatti e un cane in pessime condizioni igienico-sanitarie. Lo hanno scoperto i carabinieri del nucleo forestale e le guardie zoofile Oipa del nucleo di Ancona che sono intervenute in un’abitazione in località Monterado.

I controlli sono scattati ieri mattina, 22 luglio, a seguito di una segnalazione: all’esterno dell’edificio, buttato tra i rifiuti, era presente il corpo di un gatto deceduto alcuni giorni fa, mentre all’interno dell’appartamento erano presenti decine di gatti e un cane, molti dei quali malati e feriti, probabilmente anche a causa di scontri tra gli stessi felini per via della fame.

A ciò si aggiungono anche gli spazi malsani e maleodoranti in cui vivevano le due donne – una 50enne e sua madre ultrasettatenne – che hanno fatto scattare il provvedimento di sequestro degli animali. Le donne sono indagate per concorso in maltrattamento (art. 544 ter c.p.) e  detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze (727, co. 2 c.p). 

Soddisfatta dell’esito dell’operazione Luana Bedetti, coordinatrice provinciale delle guardie zoofile Oipa di Ancona.

Il gatto deceduto rinvenuto tra i rifiuti all'esterno di una casa a Trecastelli
Il gatto deceduto rinvenuto tra i rifiuti all’esterno di una casa a Trecastelli