Progettavano furti nelle abitazioni alle Saline: segnalate dai residenti e allontanate

Due donne sono state identificate dalla Polizia tra i palazzi: avevano vari precedenti in molte zone d'Italia. Il questore ne ha disposto l'allontanamento

Polizia
Polizia

SENIGALLIA – Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, due donne che si aggiravano con fare sospetto tra le abitazioni in zona Saline sono state fermate dalla Polizia, identificate e allontanate dal territorio comunale tramite un provvedimento del Questore. Per una è scattata anche la denuncia.

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio, mercoledì 24 luglio, quando le due donne sono state viste aggirarsi nella zona residenziale delle Saline, a 5 minuti dal centro storico senigalliese. I residenti hanno chiamato il 113 che ha provveduto a inviare una pattuglia e a individuare le due nei pressi dell’ingresso di un palazzo.

Alla vista degli agenti, hanno provato ad allontanarsi ma sono state fermate subito e identificate: si trattava di due ragazze di origini croate, una 30enne e una minorenne, con vari precedenti per furto in appartamento in diverse parti d’Italia. Per ulteriori accertamenti sono state portate in Commissariato dove la maggiorenne è stata trovata anche in possesso di una grossa forbice, poi sequestrata.

Alla luce dei precedenti e dell’arnese, i poliziotti hanno subito capito che erano nella zona delle Saline di Senigallia per commettere qualche reato. Così sono scattati alcuni provvedimenti: la 30enne è stata denunciata per porto di arnesi atti allo scasso; la minorenne è stata affidata ai servizi sociali in una comunità specifica e, per entrambe, è stato emesso dal questore il divieto di ritorno a Senigallia per tre anni.