Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Fratelli d’Italia, «La sicurezza non esiste»

Dopo gli episodi che si sono verificati nei giorni scorsi a Senigallia, alcuni limitati dal tempestivo intervento delle forze dell'ordine, l'opposizione prende posizione. Ecco cosa dice

Marcello Liverani
Marcello Liverani

SENIGALLIA- Fratelli d’Italia lancia l’allarme dopo gli spiacevoli episodi di cronaca che si sono verificati nei giorni scorsi in alcune zone della città. Il più grave, lunedì sera quando due giovani sono state aggredite ai giardini della Rocca Roveresca.

«Furti, rapine, scazzottate, accoltellamenti, borseggi, furti di destrezza alle persone, molestie, scippi, intrusioni nelle case, intrusioni nei negozi, spaccate, spaccio di droga, zingari che girano tranquillamente, vu cumprà indisturbati, parcheggiatori abusivi a frotte, vagabondi, clandestini…a Senigallia non ci manca nulla» – ironizza Marcello Liverani, coordinatore di Fratelli d’Italia.

Polizia e Carabinieri hanno da mesi acceso i riflettori su alcune zone della città: «Sono quattro posti pubblici ad altissimo rischio che la gente preferisce non frequentare o farlo nel minimo indispensabile, specialmente nelle ore “buie”: la Stazione, i Giardini Morandi, il parterre della Rocca e l’ex Pescheria al Foro Annonario. Girare di sera in questi quattro posti è veramente “pericoloso”, specialmente per gli anziani, ragazzi e ragazze e donne da sole, e a volte lo è anche di giorno» – afferma Liverani.

Fratelli d’Italia punta il dito contro l’amministrazione comunale. «La cosa che lascia basiti è vedere la totale assenza della politica locale, ossia dell’amministrazione, che nulla dice e nulla fa per cercare di mettere in campo azioni che possano contrastare tutta questa delinquenza. Certo non è facile, ma è assurdo e inconcepibile vedere che neanche ci si prova. Siamo arrivati a dei livelli assurdi, girare per le strade significa avere la costante paura che ti possa accadere qualche cosa», conclude Liverani.