Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Fotografia, l’omaggio di Senigallia a Mario Giacomelli

A Palazzo del Duca un’esposizione permanente delle sue opere a partire dal 5 dicembre, covid permettendo; d'estate un'altra mostra in collaborazione con la Fondazione Burri

Mario Giacomelli, Metamorfosi della terra, anni '60, Courtesy Archivi Mario Giacomelli © Rita e Simone Giacomelli
Mario Giacomelli, Metamorfosi della terra, anni '60, Courtesy Archivi Mario Giacomelli © Rita e Simone Giacomelli

SENIGALLIA – In occasione del ventennale della scomparsa, Senigallia omaggia Mario Giacomelli. Lo fa con un’esposizione permanente delle sue opere donate negli anni ‘90 dall’artista stesso al Comune attraverso l’allora direttore del museo d’arte moderna, dell’informazione e della fotografia Carlo Emanuele Bugatti.

Circa 80 le fotografie che saranno fruibili, in collaborazione con gli archivi Giacomelli rappresentati dai due direttori Simone Giacomelli e Katiuscia Biondi, in una porzione riqualificata di palazzo del Duca. La mostra, dal titolo “Il realismo magico di Mario Giacomelli. Fotografie, dalla Civica Raccolta“, è un modo per raccontare l’universo poetico ed artistico del grande fotografo senigalliese. Se le norme anti covid lo permetteranno, l’inaugurazione di questo percorso espositivo permanente sarà il 5 dicembre. Ma non solo.

L’altra importante iniziativa è la grande mostra prodotta dal Comune in collaborazione con la Fondazione Burri dal titolo “Giacomelli e Burri. Fotografia e immaginario materico” a cura di Bruno Corà e Marco Pierini che verrà allestita a Palazzo Del Duca di Senigallia da giugno a settembre 2021 dopo essere stata ospitata al MAXXI di Roma ed agli ex Seccatoi Tabacchi di Città di Castello.

Mario Giacomelli nella foto di Claudio Bonvini
Mario Giacomelli nella foto di Claudio Bonvini