Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Fotografia, Giacomelli e Cicconi Massi in esposizione permanente a Bibbiena

I due grandi nomi della spiaggia di velluto esposti in modo permanente nell’importante centro dell’aretino: quasi un gemellaggio con la città della fotografia marchigiana

Una fotografia di Lorenzo Cicconi Massi, esposta a Bibbiena (Ar)
Una fotografia di Lorenzo Cicconi Massi, esposta a Bibbiena (Ar)

SENIGALLIA – Una fotografia dell’artista senigalliese Lorenzo Cicconi Massi è stata scelta per l’esposizione permanente di trenta scatti di altrettanti autori italiani lungo le strade di Bibbiena, importante centro della valle del Casentino, nell’aretino. Un’iniziativa della FIAF, Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, con la collaborazione del Comune di Bibbiena che ha realizzato di fatto una galleria a cielo aperto.

In  questa galleria, oltre a Cicconi Massi con una delle sue fotografie tratta dalla serie “Le Donne Volanti”, già esposta a Montecitorio per volere dell’on. Laura Boldrini, è presente anche un altro grandissimo nome della fotografia internazionale, anch’egli senigalliese: Mario Giacomelli. Oltre a tanti altri che già sono stati esposti anche sulla spiaggia di velluto come Gianni Berengo Gardin, Piergiorgio Branzi e Nino Migliori.

Accanto a loro sono esposti i più importanti autori della fotografia italiana: Marina Alessi, Vasco Ascolini, Gabriele Basilico, Lisetta Carmi, Mario Cresci, Mario De Biasi, Stanislao Farri, Franco Fontana, Maurizio Galimberti, Mauro Galligani, Giovanni Gastel, Giorgio Lotti, Uliano Lucas, Pepi Merisio, Fulvio Roiter e Francesco Zizola. A queste si aggiungono, nelle strutture della terrazza panoramica, le opere di Stefania Adami, Francesco Comello, Enrico Genovesi, Raoul Iacometti, Fabrizio Tempesti e Marco Urso.

Bibbiena, situata nell’appennino toscano non molto distante dalle Marche, si è già mostrata come realtà molto dinamica in ambito fotografico, grazie a molteplici iniziative promosse dal CIFA, Centro Italiano della Fotografia d’Autore e Archivio FIAF, che ha sede presso l’ex carcere mandamentale di Bibbiena. 

Una città della fotografia che dalla toscana si lega a Senigallia, da due anni riconosciuta a livello regionale come realtà di spicco per questa arte: di fatto l’iniziativa sancisce un gemellaggio, per ora solo platonico, con la spiaggia di velluto grazie ai due nomi più celebri della fotografia, Mario Giacomelli e Lorenzo Cicconi Massi.