Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Festival Hearth, a Piticchio in scena la natura

A Piticchio di Arcevia, dal 2 al 4 giugno, la terza edizione del festival multidisciplinare con eventi culturali, musicali e gastronomici, aventi per comune filo conduttore l’aspirazione ad un vivere più etico e sano

L'immagine della terza edizione del festival Heart a Piticchio di Arcevia dal 2 al 4 giugno 2017

Tre giorni di eventi, incontri, laboratori, spettacoli per riscoprire la luce e la bellezza dell’armonia tra noi e l’ambiente. È il festival multidisciplinare “Hearth, il linguaggio e le vie della terra”, la cui terza edizione si svolgerà a Piticchio di Arcevia da venerdì 2 a domenica 4 giugno, a cura dell’Associazione Amici di Piticchio e della cooperativa di agricoltura biologica La Terra e il Cielo, e con il patrocinio del Comune di Arcevia.

In programma, laboratori di massaggio musicale, di creme naturali, di panificazione, degustazioni di olio, vino, tisane e infusi, ed inoltre film e documentari, lezioni e incontri sul biologico e sui grani antichi, letture di poesie e tanto altro ancora. Per l’occasione verranno aperte due taverne nello splendido castello quattrocentesco di Piticchio, uno dei più suggestivi e meglio conservati dell’arceviese: una taverna proporrà un menù con prodotti tipici del territorio, l’altra un menù vegano-vegetariano (a questo link il programma).

Piticchio di Arcevia

«Heart – spiegano gli organizzatori – è un percorso che ha lo scopo di sviluppare diversi punti di vista, un modo per portare alla luce e toccare con mano le molteplici realtà del nostro territorio, che hanno il comune interesse per un vivere più etico e sano. Il cuore e la terra, la vita e la natura: è questo il nodo essenziale su cui approfondire la conoscenza e ricercare quella sensibilità che è stata troppe volte messa da parte, per una rinascita condivisa di una spiritualità comune, in cui la relazione con il prossimo, l’ambiente e noi stessi sia feconda e volta al bene».

A dare il via alla manifestazione, venerdì 2 giugno alle ore 9, la passeggiata “I colori del paesaggio” con tappe dall’apicoltore Bruno e alla Coop. Agri.Bio. La Terra e il cielo.

A ripensare il nostro modo di nutrirci tendono la conferenza su “Il valore delle filiere biologiche in Europa” (2 giugno, ore 11) coordinata dal professor Francesco Solfanelli dell’Università Politecnica delle Marche, con Anna Casini assessore all’agricoltura della Regione Marche, Andrea Bomprezzi sindaco di Arcevia, Roberto Pinton segretario di Assobio, Fabio Brescacin presidente di Ecor – Naturasì, Andrew James Beese di Essenthial, Stefano Cattori di Linea Bioverde, Francesco Torriani di Con Marche Bio, Bruno Sebastianelli e Gabriele Tanfani de La Terra e il Cielo, Enzo Santoni, direttore acquisti di Ce.Di. Marche, e la partecipazione di un rappresentante di Coop. Alleanza 3.0. Sempre di alimentazione parlano il seminario “La pasta Bio arricchita con spirulina” (3 giugno ore 10,30), la guida alla “Degustazione professionale dell’olio extravergine di oliva” con Francesca Petrini (3 giugno ore 16,30), l’introduzione alla Dieta ayurvedica da parte dello specialista Swami Joythimayananda (2 giugno ore 15,30) ed il pranzo di sabato con menù tratto dai celebri Almanacchi di Barbanera.

A rivedere il nostro modo di relazionarci con la natura servono gli incontri intitolati agli “Orizzonti del paesaggio” con l’architetto Riccardo Picciafuoco e il prof. Fabio Taffetani (2 giugno ore 17,30), e alla “Luna e i lunari, gli almanacchi tra scienza e tradizione” con il presidente di Italia Nostra – Arcevia Gianfranco Marcellini ed i prof. Goffredo Giraldi e Manuel Vaquero Pineiro (3 giugno ore 17).

A non avere paura del cambiamento invitano le presentazioni del volume “La favola della crisi” dello scrittore e saggista fanese Andrea Bizzocchi (3 giugno ore 15,30), e de “La felicità al potere”  il libro di José “Pepe” Mujica intervistato da Cristina Guarnieri; quest’ultimo è il racconto sulla vita dell’ex Presidente della Repubblica Orientale dell’Uruguay, esempio – per gli organizzatori di Heart – «di come si possa pensare al bene comune senza brame di potere e di ricchezza» (3 giugno ore 11,30).

A riflettere sul nostro modo di essere sono utili la conferenza “Il pensiero vivente” in cui il dott. Vincenzo Aliotta illustra la filosofia alla base del suo Centro San Nicola per il trattamento delle dipendenze, che ha sede a Piticchio (4 giugno ore 16), e l’incontro con Gaetano Sinatti coordinatore del Centro Libero Analisi e Ricerche e dell’Associazione Terre dell’Adriatico che illustra l’Antroposofia di Rudolf Steiner, esoterista austriaco ispiratore, fra l’altro, dell’agricoltura biodinamica (4 giugno ore 11); in tema anche la tavola rotonda “La religione della Terra” nella quale esponenti delle tre religioni monoteiste condividono l’invito al rispetto della natura della “Laudato sì” di papa Francesco (4 giugno ore 17,30).

A ripensare il concetto di scuola mira il documentario ‘fatto in casa’ da Lucio Basadonne, Anna Pollio e della loro figlia Gaia “Figli della libertà” con gli autori a disposizione per approfondimenti (2 giugno ore 21); schiudono a nuove esperienze il laboratorio di scultura “Impronte di paesaggio” a cura dell’Associazione Il Camaleonte (3 giugno ore 15,30), la nuova didattica “Di tutto il mare buono”  a cura della libreria La Strada di Achille (3 -4 giugno ore 15) e la sperimentazione “Cacciatori di suoni” a cura di Laura Coppa e Ar[t]cevia (3 giugno ore 18). Ai più piccoli è riservato “Coloriamo la musica”, libere creazioni di colori e pasta modellabile con sottofondo musicale, ancora con Laura Coppa (4 giugno ore 18).

Esperienze particolari sono i trattamenti energetici/sciamanici individuali con Enrico Bucci, la pulizia dell’aura individuale con Pina Valenti, il Qi Gong (antico metodo cinese per la cura di sé stessi) con Franca Brilli.

A contorno di questi eventi, dal primo pomeriggio di venerdì a mezzanotte (e oltre) di domenica, nelle piazzette dello storico borgo-castello di Piticchio si alternano spettacoli e momenti di intrattenimento per grandi e piccini: i concerti della band CaPaBrò (2 giugno ore 22,30) e dei Les touches lousches (3 giugno ore 22,30), il concerto di Hang dei Ludipan Duo (4 giugno ore 17), il Balfolk – musica e danze popolari – con il Donnini duo (4 giugno ore 17), il Frida Neri Live con uno show del ‘canto-dunque-sono’ (3 giugno ore 18). Ai bambini sono dedicati gli spettacoli “Uno e ½” (3 giugno ore 15,30) e “Lino in bolletta” (4 giugno ore 15) del Cirkolistico, e la performance “Puzzle” de Icircondati (3 giugno ore 21,30).

 

I luoghi di Heart 2017