Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Una grande mostra per celebrare i 20 anni di Summer Jamboree

L'esposizione sarà inaugurata con l'arrivo a Senigallia di Peter Ford, figlio della star di Hollywood Glenn. Ben 350 le fotografie ma tantissimi sono anche i contenuti extra. C'è persino un intero burlesque show olografico a grandezza naturale

SENIGALLIA – Fervono i preparativi per l’anteprima dell’edizione numero 20 del Summer Jamboree. La mostra immersiva “Rock’n’roll Is A State Of The Soul” si presenta come un evento in grande stile: un racconto da 350 fotografie e oggetti per ripercorrere la storia della musica assieme a quella dei suoi protagonisti, una narrazione grazie ai grandi fotografi che sono passati per Senigallia, per immortalare i grandi nomi ma soprattutto quello spirito che contraddistingue la manifestazione ormai da anni sinonimo in tutto il mondo di rock’n’roll.

L’esposizione “Rock’n’roll is a state of the soul”, a cura di Alessandro Piccinini e Angelo Di Liberto con la collaborazione di Sergio Canneto, sarà allestita in 20 sale espositive a palazzo del Duca e sui due piani di palazzetto Baviera e rimarrà aperta dal 14 giugno al 29 settembre 2019.

Vi si potranno ammirare fotografie di oltre 40 autori, foto di costume e retro streetstyle, foto di burlesque, backstage, le icone del Rock’n’Roll grazie all’occhio dei più grandi fotografi come Giovanni Cocco (Roma), Luca Locatelli (Milano), Pippo Onorati (Roma), Amedeo Turello (Montecarlo), Guido Calamosca (Senigallia), Graziano Panfili (Roma), Giuliano Guarnieri (Verona) e tanti altri artisti che in questi vent’anni sono stati al festival “Summer Jamboree” cogliendo i più preziosi attimi di questa “Hottest rockin’ holiday on earth” che Senigallia può vantare.

Sarà l’americano Peter Ford, figlio dell’attore di Hollywood Glenn Ford e della ballerina statunitense Eleanor Powell, a inaugurare il prossimo 14 giugno la grande mostra immersiva e innovativa: assieme al sindaco Mangialardi darà il via all’esposizione grazie al tasto play di un juke box del 1953. Proprio lui che, nel 1955, suggerì al regista di Blackboard Jungle (Il Seme della Violenza) Richard Brooks di inserire nella colonna sonora il brano “Rock Around the Clock” dei Comets, che divenne così famoso in tutto il mondo come icona di una rivoluzione culturale.

Per l’edizione numero 20 del Summer Jamboree, che si terrà dal 31 luglio all’11 agosto, la “città della fotografia” ha organizzato un’esposizione con 350 scatti su quell’evento internazionale che per numero di presenze registrate – più di 420.000 nel 2018 – si conferma come la più grande manifestazione al mondo sul rock’n’roll.

Non solo foto a disposizione dei visitatori: oltre ai grandi ritratti dei mostri sacri del rock, ci saranno video, proiezioni, manifesti pubblicitari. In una stanza immersiva inoltre, grazie alla tecnologia della realtà aumentata, si potrà rivivere l’emozione di essere all’interno del Summer Jamboree. Tra le novità di questa mostra immersiva, c’è anche un intero burlesque show olografico virtuale a grandezza naturale in anteprima mondiale messo in scena da Eve La Plume, la regina del burlesque in Italia.

Orari dal martedì alla domenica, festivi e prefestivi dalle 17 alle 23 (lunedì chiuso) ultimo ingresso alle 22.45. Durante il periodo di svolgimento del Summer Jamboree le sedi espositive saranno aperte tutti i giorni dalle 17,00 alle 1,00). Ingresso €12,00 adulti / €10,00 under 18.

Info: www.summerjamboree.com