Eventi, concerti e feste: la sicurezza al vaglio della Commissione di Senigallia

Il vicesindaco coordina l'ente comunale per la gestione delle manifestazioni sotto i 5mila utenti: annunciata tolleranza zero verso chi non è a norma e chi somministra alcolici ai minori

Piazza del Duca e il parterre della Rocca roveresca affollati di persone per il Summer Jamboree. Foto di Guido Calamosca
Piazza del Duca e il parterre della Rocca roveresca affollati di persone per il Summer Jamboree. Foto di Guido Calamosca

SENIGALLIA – Il CaterRaduno in partenza tra pochi giorni, gli XMasters a luglio, il Summer Jamboree e i fuochi d’artificio ad agosto. E in mezzo le tante feste e i numerosi eventi che la spiaggia di velluto offre a residenti e turisti per passare al meglio l’estate. Sono questi gli appuntamenti estivi su cui Senigallia concentra sforzi organizzativi, economici e umani: solo per quanto riguarda gli aspetti relativi alla sicurezza, infatti, devono essere messi a punto piani e strategie per garantire l’incolumità degli utenti.

Perciò i componenti della Commissione comunale di vigilanza per il pubblico spettacolo si incontreranno più volte da qui ad agosto, almeno una dozzina. Lo scopo è quello di pianificare al meglio l’organizzazione degli eventi in modo da scongiurare pericoli per gli avventori. E il riferimento non può che essere la tragedia di Corinaldo, dove una serie di concause ha portato alla morte di cinque minorenni e di una giovane mamma lo scorso 8 dicembre.

Incontri volti dunque ad accertare che sia tutto in regola con le più stringenti normative diffuse a livello nazionale e regionale. La commissione comunale gestisce gli eventi con meno di 5mila utenti, soglia sopra la quale la competenza passa alla Commissione prefettizia. Per l’organizzazione di manifestazioni, feste, raduni ed eventi devono essere forniti una serie di documenti che saranno esaminati dalla commissione prima dei sopralluoghi necessari per verificare la rispondenza con quanto dichiarato dai gestori dei locali di pubblico spettacolo e in generale dagli organizzatori degli eventi.

Maurizio Memè
Maurizio Memè

A coordinare la Commissione comunale, su delega del sindaco Mangialardi, è il vicesindaco Maurizio Memè. Vi partecipano tecnici dell’amministrazione comunale, dei vigili del fuoco, dell’Asur, della Polizia Municipale ed esperti che di volta in volta vengono individuati per chiarire i vari aspetti.

Mangialardi e Memè hanno comunque le idee chiare: entrambi hanno fatto sapere, in occasione della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi lo scorso 19 giugno alla presenza del prefetto di Ancona Antonio D’Acunto, che ci sarà tolleranza zero nei confronti di chi somministra alcolici ai minorenni e per chi non sarà a norma per quanto riguarda gli aspetti della sicurezza, motivo per cui alcuni locali sono tuttora sotto la lente d’ingrandimento della Commissione senza ancora poter riaprire i battenti.