Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Educazione alla cittadinanza, anche a Serra de’ Conti si può firmare per la proposta di legge Anci

La raccolta firme per l'iniziativa di Anci e Comune di Firenze è all'ufficio demografico, aperto cinque mattine su sette. Ecco in cosa consiste

La locandina per la proposta di legge sull'educazione alla cittadinanza
La locandina per la proposta di legge sull'educazione alla cittadinanza

SERRA DE’ CONTI – Anche il Comune serrano ha aderito all’iniziativa, promossa dal Comune di Firenze con il sostegno dell’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani, per l’inserimento di “educazione alla cittadinanza” come materia autonoma di insegnamento nelle scuole pubbliche.

Partire dai banchi di scuola per formare buoni cittadini. È lo slogan che spiega il concetto di base: l’educazione alla cittadinanza prevede lo studio della Costituzione Italiana e dei principi su cui è stata sviluppata, tra cui l’uguaglianza delle persone e il rispetto dell’altro.

Ma tra gli aspetti che sono inseriti nella proposta di legge per cui si stanno raccogliendo le firme vi sono anche l’educazione alla legalità, l’attenzione all’ambiente e all’alimentazione, l’educazione digitale. Tutti temi di scottante attualità: dalle cronache quotidiane si avverte sempre più necessario, si legge dal sito Anci, il recupero dei valori del rispetto di persone e cose, dell’amicizia, del vivere civile.

L’obiettivo è raccogliere le 50mila firme necessarie per il deposito in Parlamento della proposta di legge d’iniziativa popolare sull’educazione alla cittadinanza (guarda TESTO e SLIDE).

Per raggiungere tale quota sarà possibile firmare anche a Serra de’ Conti. L’ufficio demografico sarà aperto dalle ore 10 alle 13 il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì, mentre il sabato si osserverà l’orario 10-12.

Gli altri comuni della provincia di Ancona dove è possibile firmare per l’iniziativa sull’educazione alla cittadinanza sono: Ancona, Camerano, Castelfidardo, Castelleone di Suasa, Chiaravalle, Cupramontana, Falconara Marittima, Sassoferrato, Sirolo, ma sono diversi anche nella altre province marchigiane.