Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Edmo Leopoldi, pronti i primi materiali dell’archivio fotografico dedicato al noto fotografo di Senigallia

Il figlio Amleto e l'archivista Simona Guerra hanno iniziato l'opera di catalogazione del vastissimo materiale fotografico su Senigallia

La Rotonda a Mare. Senigallia, fine anni ’40. Archivio Storico Fotografico Leopoldi
La Rotonda a Mare. Senigallia, fine anni ’40. Archivio Storico Fotografico Leopoldi

SENIGALLIA – Dopo la presentazione del progetto per istituire l’archivio fotografico intitolato al noto fotografo di Senigallia Edmo Leopoldi, il materiale è ora pronto per le prime attività di valorizzazione per cui le istituzioni si sono pubblicamente impegnate con gli eredi. L’annuncio era stato fatto ad agosto scorso durante una conferenza stampa alla Rotonda alla presenza della cittadinanza, in cui era stata illustrata la volontà di dare il giusto risalto a un tesoro che attraversa più di cento anni di storia della città.

A Edmo Leopoldi, spentosi lo scorso 19 giugno, sei mesi dopo aver chiuso la sua storica attività Foto Ottica Leopoldi lungo corso II Giugno, a Senigallia, erano stati conferiti premi e riconoscimenti e sono state spese parole di sincero apprezzamento per quanto fatto per la sua città, immortalata nei vari momenti sia di luce che di ombre.

Il progetto – in collaborazione con il Museo d’arte moderna, dell’informazione e della fotografia – era stato elogiato dal sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, e dal direttore del Musinf Carlo Emanuele Bugatti. Anche Giorgio Pegoli si era espresso positivamente nella medesima occasione affermando che, con le sue fotografie, Edmo Leopoldi ha «…documentato i momenti fondamentali della vita cittadina tanto che nel suo archivio è contenuta la memoria di avvenimenti istituzionali, civili e sociali locali».

Edmo Leopoldi
Edmo Leopoldi

L’attività di riordino e catalogazione delle fotografie e dei negativi è iniziata a settembre 2017 a opera del figlio Amleto Leopoldi che aveva raccolto il testimone del padre continuando l’attività fotografica.
Il riordino dell’archivio è avvenuto sotto la supervisione di Simona Guerra – esperta in ordinamento e valorizzazione di archivi fotografici – predisponendo il materiale per le prime attività richieste dal Comune. Immagini su quasi ogni argomento e luogo che riguardi la città di Senigallia, un patrimonio iconografico di grande bellezza e molti scatti ancora del tutto inediti che, anche grazie a questo progetto, saranno presto di nuovo fruibili alla comunità intera.