Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Al duomo di Senigallia l’ultimo saluto a Francesco Mandolini

Si terranno oggi i funerali dell'ex ispettore Asur e radioamatore 65enne, scomparso due giorni fa. Sui social il saluto degli amici

La chiesa cattedrale di S. Pietro Apostolo (duomo) di Senigallia
La chiesa cattedrale di S. Pietro Apostolo (duomo) di Senigallia

SENIGALLIA – Si terrà questo pomeriggio (mercoledì 12 gennaio) alle ore 15 al duomo l’ultimo saluto a Francesco Mandolini. Il 65enne, ex ispettore dell’ufficio prevenzioni dell’Asur poi pensionato, è scomparso lunedì mattina lasciando una scia di commozione nei tanti che lo hanno conosciuto nella sua Senigallia.

Lavorava nello stesso ambiente sanitario in cui il padre aveva ricoperto il ruolo di presidente dell’ospedale cittadino, anche se aveva scelto l’ambito della prevenzione: seguiva le tematiche relative all’amianto ed è stato apprezzato molto per la sua serietà al lavoro. Incarico che aveva dovuto poi lasciare per problemi alla vista. Da lì era entrato a contatto con la realtà di ipovedenti della città.

Francesco Mandolini
Francesco Mandolini

Diversi amici hanno voluto ricordarlo sui social come una persona disponibile, gentile, amichevole. Tra le passioni di Jack – questo il soprannome con cui molti hanno voluto ricordarlo – c’erano la radio, era radioamatore da anni, e il karate, di cui era stato atleta indossando anche la cintura nera.

La salma partirà dalla sala del commiato di via Cellini per raggiungere la cattedrale in piazza Garibaldi dove verrà celebrato il funerale.