Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Droga e coprifuoco: ancora controlli a Senigallia

Multe per violazioni al codice della strada e delle norme anti covid. Al Cesano denunciato un 25enne senza fissa dimora che si era intrufolato in un appartamento disabitato

I controlli della polizia a Senigallia
I controlli della polizia a Senigallia

SENIGALLIA – Continuano i controlli della Polizia in città e sulle aree periferiche per monitorare il rispetto delle norme, anche anti covid, dato il periodo di graduale riapertura. Controlli che hanno permesso di trovare due persone in possesso di hashish, tre in violazione delle disposizioni anti contagio e registrare numerose infrazioni al codice della strada.

Ben 190 le persone identificate nell’ambito di tali controlli disposti dal Questore di Ancona, e 145 i veicoli ispezionati dagli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Senigallia assieme al personale del reparto prevenzione crimine di Perugia, della Polizia stradale e delle unità cinofile di Ancona. Nel corso di tali operazioni sono state elevate diverse sanzioni per violazioni alle norme comportamentali del codice della strada.

Due i giovani senigalliesi, entrambi 24enni, che si sono lasciati tradire dal nervosismo durante una di queste attività lungo la statale Adriatica nord. I poliziotti, insospettiti, hanno approfondito i controlli trovandoli in possesso di hashish. I due sono stati segnalati in prefettura come assuntori, la droga sequestrata mentre al conducente è stata anche sospesa la patente di guida.

Altre tre persone – di cui uno a piedi lungo corso 2 giugno e gli altri due in auto lungo la statale Adriatica sud – sono finite nei guai: circolavano infatti in orario notturno, senza alcuna giustificazione per tali movimenti. Per questo motivo sono state elevate le sanzioni da 400 euro ciascuno.

Controlli anche in zona nord, al Cesano di Senigallia, dove i poliziotti sono stati chiamati a intervenire nei pressi di un residence, perché era stata segnalata la presenza di una persona in un appartamento utilizzato per lo più durante il periodo estivo. Gli accertamenti hanno permesso di identificare un 25enne marocchino, senza fissa dimora in Italia, che si era intrufolato nell’abitazione: immediata la denuncia per i reati di danneggiamento aggravato e invasione di edifici. Il questore di Ancona ha anche emesso il provvedimento del divieto di ritorno nel comune di Senigallia per tre anni.