Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Disservizi nell’erogazione dell’acqua, via ai lavori a Morro d’Alba

Alcuni disagi si sono verificati in zona Sant’Amico. Viva Servizi, che ha già iniziato i lavori per eliminare l’otturazione della condotta principale, assicura che a breve si tornerà alla normalità

MORRO D’ALBA – Da giorni a Morro d’Alba si stanno facendo i conti con numerose lamentele e critiche per i disagi relativi all’erogazione di acqua potabile. Nonostante l’ampio preavviso sui lavori e sui possibili cali di pressione in zona Sant’Amico, è montata la protesta per la prolungata interruzione nella fornitura idrica. Il che ha costretto l’azienda Viva Servizi a correre ai ripari con una fornitura alternativa.

La vicenda è iniziata alcuni giorni fa, quando tramite i vari canali istituzionali del Comune, compreso il servizio di messaggistica Whatsapp e la pagina facebook, è stata data notizia di possibili interruzioni del servizio idrico per le utenze ubicate lungo via Marciano, via S. Amico e vie confinanti, a Morro d’Alba, che si sarebbero potute verificare il giorno 1 giugno e dal giorno 6 al 10 giugno, dalle ore 8.45 alle 12.30 e dalle 13.45 alle 17. Problemi dovuti a un necessario intervento di manutenzione sulla rete idrica potabile principale.

La sospensione prolungata – che si è verificata però più volte anche al di fuori delle date indicate e, in particolare, durante del 2 giugno – ha fatto scatenare le polemiche. Nonostante sia stata predisposta una cisterna d’acqua lungo via Sant’Amico, di fronte all’azienda Techpool nei pressi della rotatoria, e nonostante siano state portate buste di acqua potabile agli utenti in difficoltà che hanno chiamato il numero verde, la situazione è si è scaldata ulteriormente con varie lamentele. Con il caldo di questi giorni non aiuta di certo sapere che dai rubinetti non uscirà nulla. L’azienda si è nel frattempo organizzata con vari operai al lavoro per risolvere il guasto e ripristinare il servizio.

La situazione era nota da tempo: la zona Sant’Amico «è soggetta a riduzioni nella portata provocate dalle formazioni di calcio che ostruiscono le sezioni delle tubazioni» spiegano da Viva Servizi, l’ente erogatore del servizio idrico; già mesi fa si era intervenuti con lavori propedeutici quali l’adeguamento dei collegamenti esistenti in prossimità della piazza principale e le prove idrauliche per individuare i punti critici dove intervenire. 

I lavori di disotturazione tramite appositi macchinari sono poi partiti, come programmato, lunedì 6 giugno ma non saranno così veloci come ci si poteva attendere: la stessa azienda ha infatti informato che termineranno in una settimana. «Purtroppo, forse a causa delle stesse manovre eseguite – recita una comunicazione aziendale – la situazione è precipitata nella giornata di giovedì 2 giugno quando alcune utenze sono rimaste prive di erogazione. Il nostro personale reperibile ha provveduto a ripristinare il servizio con soluzioni tampone, già dalle prime ore del pomeriggio di giovedì».

«Contiamo di risolvere definitivamente il disservizio che insiste nella zona tramite gli interventi in corso. Interventi che prevedono un programma di spurghi e scarichi da eseguirsi periodicamente, e l’installazione di apparecchiature idonee ad impedire, o quantomeno ridurre, la formazione dei residui di calcio nelle condotte. Teniamo a scusarci per i disguidi e i disservizi avvenuti, certi che a breve la situazione tornerà alla normalità».