Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Leggere il nostro tempo, il direttore del quotidiano Avvenire Marco Tarquinio a Senigallia

Approfondire la conoscenza di alcuni fenomeni è il primo passo per arrivare a comprenderli: questo l'obiettivo della diocesi che ha in cantiere altri due appuntamenti. Si comincia sabato 3 al cinema Gabbiano

Il cinema Gabbiano a Senigallia
Il cinema Gabbiano a Senigallia

SENIGALLIA – Il direttore del quotidiano Avvenire Marco Tarquinio sarà al cinema Gabbiano di Senigallia domani, sabato 3 novembre, alle ore 10. L’iniziativa è stata organizzata e promossa dalla Diocesi per tentare una lettura approfondita su come gira il mondo.

Titolo dell’incontro del 3 novembre con Tarquinio è infatti “Leggere il nostro tempo“, cioè provare ad andare oltre la chiacchiera da bar, oltre le scorciatoie interpretative con cui affrontiamo quotidianamente argomenti difficili e complicati di cui spesso non sappiamo granché. Argomenti e sfide come il fenomeno migratorio che in questi anni è di centrale attualità.

Un appuntamento aperto alla città ed al territorio perché «viviamo in una società complicata dove non sempre è facile comprendere i fatti e dare un’interpretazione – ha detto il vescovo Francesco Manenti (da tutti chiamato Franco) -. Crediamo che una persona come il direttore del quotidiano “Avvenire” Tarquinio, che per mestiere racconta e interpreta i fatti possa aiutarci in questo esercizio».

«Di fronte alla realtà di oggi spesso si rimane smarriti e si rischia di cedere ad una semplificazione nell’interpretazione che difficilmente dà ragione della verità dei fatti e che può provocare anche reazioni semplificate» ha concluso mons. Manenti.

Il vescovo ha poi annunciato altre due iniziative, dopo l’appuntamento con Tarquinio. La prima si terrà il 9 dicembre prossimo e sarà un incontro con gli amministratori del territorio, mentre il 27 aprile 2019 il confronto con gli operatori economici.
Due incontri per avvicinare alcune realtà che possono essere co-protagoniste nel cambiamento auspicato dalla diocesi senigalliese e che per questo si sta adoperando con chi è già impegnato in questa direzione.