Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Da ottobre la demolizione di ponte II Giugno a Senigallia

Da ottobre prossimo inizieranno i lavori per togliere la vecchia struttura e posizionarne una nuova a campata unica che dovrebbero terminare prima di Natale

Il ponte II Giugno, a Senigallia, con le “barriere” di corda
Il ponte II Giugno, a Senigallia, con le “barriere” di corda

SENIGALLIA – Non si avvicinano solo le elezioni a Senigallia: la spiaggia di velluto sta per essere spezzata in due a causa dei lavori di demolizione del ponte II Giugno che partiranno entro due settimane. Il cantiere è previsto per il 5 ottobre prossimo, ultimo giorno per l’eventuale ballottaggio, mentre sono invece sicuri i disagi per residenti e lavoratori, al centro di un summit tra le associazioni di categoria e l’amministrazione comunale uscente.

I lavori dovrebbero durare un paio di mesi, fino a inizio dicembre quindi, ma per qualsiasi imprevisto c’è il rischio che si arrivi al periodo natalizio che, tra il via vai dei senigalliesi, di chi rientra in città e dei turisti, è uno dei più delicati e proficui dell’anno. Proprio per questo sono state chieste alla giunta particolari attenzioni in caso di arrivi a Natale con il ponte nuovo non ancora transitabile.

Innanzitutto il programma: verrà creata una passerella in legno per il solo utilizzo specifico cantieristico e per appoggiarvi le condutture dei sottoservizi; solo in seguito sarà demolita la struttura che attualmente presenta criticità a livello statico, tanto da esser stato vietato il passaggio dei veicoli e lasciato solo l’uso ciclo-pedonale. Poi verranno rinforzate le spalle del ponte che sarà a campata unica – quindi senza le pile in alveo – e infine verrà posizionata una nuova struttura in acciaio. A questa verranno aggiunte le balaustre in pietra che adornano l’attuale ponte, come richiesto dalla Soprintendenza per rendere il nuovo simile a livello estetico al vecchio ponte da demolire.

Dato che i lavori di fatto spezzeranno in due il centro storico di Senigallia è in fase di studio una pedonalizzazione pubblica della passerella in legno provvisoria, qualora i lavori si protraggano per il periodo natalizio, mentre è in fase di studio una viabilità alternativa che vedrebbe interrompersi il traffico su via portici Ercolani, con un’inversione del senso di marcia est-ovest rispetto all’attuale ovest-est.

La nuova amministrazione si ritroverà davanti i lavori già pronti ma una grande decisione da prendere: quella di mantenere il nuovo ponte ciclo-pedonale o aprirlo al transito dei veicoli com’era fino al novembre 2016.