Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Cura dei beni comuni: così si stimolano i giovani alla cittadinanza attiva

Responsabilizzare i giovani attraverso la cura del territorio: partito il progetto "Ci sto? Affare fatica!" sulla spiaggia di velluto, a breve anche a Corinaldo e Ostra Vetere

SENIGALLIA – Stimolare gli adolescenti alla cittadinanza attiva, affiancarli nella cura dei beni comuni, spingerli a impiegare al meglio il proprio tempo libero per avvicinarsi alla comunità adulta. Lo scambio intergenerazionale, il valore educativo della fatica e la cura del proprio territorio sono gli obiettivi del progetto Ci sto? Affare fatica!, il percorso per giovani dai 14 ai 16 anni promosso dal CSV Marche a Senigallia, Corinaldo e Ostra Vetere.

L’iniziativa parte dalla cooperativa sociale Adelante onlus ed è finanziato dalla Fondazione Cariverona: si svolge in alcune zone del Veneto e delle Marche grazie al supporto di alcune realtà del terzo settore. Lo scopo principale del progetto è quello di responsabilizzare i giovani, dando loro modo di occupare al meglio il proprio tempo libero, soprattutto d’estate quando spesso mancano gli stimoli adeguati.

Ed ecco che interviene la rete di “Ci sto? Affare fatica!”: attraverso piccoli gruppi da dieci adolescenti, seguiti da un tutor e da altri adulti delle realtà interessate – comuni in primis – i giovani vengono spinti a prendersi cura del proprio territorio. Già le prime due iniziative sono partite a Senigallia: un gruppo si sta occupando di di carteggiare un muro nella sede dell’Asd Tennistavolo Senigallia per poi realizzarvi un murales; un’altra squadra è invece operativa nei locali del doposcuola gestito dall’associazione Le Rondini, per una risistemazione interna della sede.

Nelle prossime settimane partiranno anche le attività dei gruppi su Corinaldo e Ostra Vetere e via via saranno raccontate attraverso la pagina fb del progetto.

I giovani “lavoreranno” a moduli settimanali, dal 10 giugno fino a fine luglio, dal lunedì al venerdì con orario 8,30/12,30: i ragazzi potranno partecipare ad uno o più moduli e al termine di ogni settimana, verranno riconosciuti loro dei “buoni fatica” del valore di € 50,00 (spendibili in abbigliamento, libri scolastici, cartoleria, sport e tempo libero, in esercizi commerciali convenzionati) e ai tutor dei “buoni fatica” di € 100,00.

Le adesioni sono ancora aperte sul sito www.cistoaffarefatica.it.