Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Si rompe il cavo, surfista alla deriva: soccorso dalla Guardia Costiera

Buone le condizioni di salute dell'uomo, uno sportivo del 1978, che indossava la tuta termica: era alla deriva a circa 300 metri dalla spiaggia

Il soccorso a un surfista operato dalla Guardia Costiera di Senigallia
Il soccorso a un surfista operato dalla Guardia Costiera di Senigallia

SENIGALLIA – Operazione di soccorso quella scattata poco prima dell’ora di pranzo di oggi davanti alle coste di Marzocca. Un surfista in difficoltà e alla deriva è stato raggiunto e recuperato da una motovedetta della Guardia Costiera dopo la rottura di una delle attrezzature dello sportivo che praticava kite surf.

L’episodio si è verificato intorno alle 12:45, quando sulla città pioveva e soffiava forte il vento: un passante ha notato un surfista in difficoltà che, a causa della rottura di uno dei cavi che lo legavano all’aquilone di colore nero e arancione, era rimasto in acqua senza riuscire a risollevarsi.

La chiamata alla Capitaneria di Porto ha fatto scattare i soccorsi: un equipaggio ha raggiunto Marzocca via terra per dare precise indicazioni al personale della motovedetta della Guardia Costiera CP 723, dislocata presso il porto di Senigallia. Il surfista – un senigalliese classe 1978 – è stato raggiunto in poco tempo: era alla deriva e a circa 300 metri di distanza dalla spiaggia. È stato recuperato assieme all’attrezzatura.

Buone le condizioni dell’uomo, sportivo esperto, dotato di abbigliamento tecnico (tuta termica) ad hoc, per cui non si sono rese necessarie alcuna cura medica.