Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ruba un cellulare e finisce in manette

Il furto è avvenuto nel primo pomeriggio di domenica a Senigallia. Questa mattina il giudice ha convalidato l'arresto del 30enne iraniano risultato numerosissimi precedenti penali per reati contro il patrimonio

SENIGALLIA- La polizia ha allacciato le manette ai polsi di un 30enne iraniano sorpreso a rubare un cellulare sotto un ombrellone. Questa mattina al Tribunale di Ancona si è svolta l’udienza di convalida: l’arresto è stato convalidato e all’uomo è stato applicato il provvedimento di divieto di dimora nel Comune di Senigallia.

Il furto è avvenuto nel primo pomeriggio di domenica. A segnalare alla polizia un uomo intento a rubare un cellulare sotto un ombrellone mentre la proprietaria stava riposando, sono stati alcuni bagnanti. Un vicino di ombrellone gli ha chiesto cosa stesse facendo, il ladro, colto sul fatto, si è allontanato e mentre scappava si è liberato del telefonino.

Il 30enne si è allontanato dagli stabilimenti, ma è stato rintracciato nei pressi di un bar dov’è stato identificato e controllato. Dopo aver raccolto le informazioni sul fatto e la denuncia della proprietaria del telefono avente un valore di circa 400 euro , K.M. con numerosissimi precedenti per reati contro il patrimonio, è stato tratto in arresto.