Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Incendia le tovagliette sull’altare e fugge

È successo nelle prime ore di questa mattina, 19 marzo, nella Cattedrale di San Pietro apostolo a Senigallia. A spegnere il principio d'incendio, il parroco. Sull'accaduto indagano i carabinieri

Senigallia

SENIGALLIA- Nelle prime ore di questa mattina Don Aldo, il parroco della Cattedrale di San Pietro apostolo, ed alcuni fedeli sono accorsi sull’altare della Madonna della Speranza, da cui hanno visto provenire del fumo. In un primo momento hanno pensato che l’incendio fosse dovuto ad una candela caduta nella tovaglia che ricopre l’altare.

Il parroco, con l’aiuto di alcuni presenti, ha provveduto a rimuoverla e gettarla in terra, spegnendo il principio d’incendio. Poco dopo il religioso ha visionato i filmati delle telecamere per vedere cosa fosse accaduto e, mentre stava guardando i le riproduzioni, nel monitor è apparso un uomo che entrava nella Cattedrale ed incendiava un’altra tovaglia, questa volta sull’altare di San’Andrea.

Il tempestivo intervento ha consentito di evitare danni.  Immediata la chiamata ai carabinieri a cui don Aldo ha sporto denuncia. I militari hanno acquisito i filmati: ad agire sarebbe stato un extracomunitario di circa 30 anni. La caccia all’uomo è già partita. 

Durante il sopralluogo i carabinieri hanno trovato dei segni di effrazione sulla porta d’ingresso, ma anche nella porta che conduce agli uffici. Si indaga anche per vedere se i due fatti sono collegati.