Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, arrestato un pusher albanese

La polizia ha sequestrato circa 30 grammi di cocaina purissima che sul mercato avrebbe fruttato 5 mila euro. Sequestrati anche migliaia di euro provento dell'attività di spaccio

Droga e contanti sequestrati
Droga e contanti sequestrati

SENIGALLIA- Proseguono le intense operazioni di controllo finalizzate al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti sul territorio della città di Senigallia. Nell’ambito di tale attività, intensificata in prossimità del week-end e delle prossime festività, il personale del Commissariato, durante i servizi di controllo ha notato dei giovani, vicini ad un bar del centro storico, allontanarsi alla vista dei poliziotti.

Gli agenti non hanno perso d’occhio il gruppo che, raggiunta l’auto, si è spostato verso il lungomare nord. Rintracciato il veicolo, i poliziotti hanno intimato l’alt, ma il conducente non si è fermato fin quando gli agenti hanno sbarrato la strada obbligandolo a fermarsi. Ad un certo punto il conducente ha lasciato l’auto e tentato di allontanarsi, ma nel frattempo ha cercato anche di disfarsi di qualcosa che aveva in mano.

Un gesto che non è sfuggito ai poliziotti che hanno fermato entrambe le persone nonostante avessero cercato in tutti i modi di evitare il controllo. Dopo averli bloccati, gli agenti hanno recuperato un involucro contenente oltre 20 grammi di cocaina di ottima qualità. Subito dopo è stata eseguita la perquisizione domiciliare nell’abitazione del centro storico dove risiede uno dei due.

Nascosti, in un incavo, hanno rinvenuto un altro involucro contenente circa 10 grammi e diverso materiale utilizzato per il confezionamento. L’uomo, I.M., albanese 35enne, è stato trovato anche in possesso di diverse migliaia di euro sottoposte a sequestro poiché ritenute provento dell’attività di spaccio.

Alla luce del quantitativo di sostanza trovato, che poteva consentire di ricavare oltre 5 mila euro, si ritiene che l’attività portata a compimento dal personale del Commissariato di P.S. di Senigallia abbia consentito di individuare, nella casa dell’uomo, una vera e propria centrale di spaccio di sostanza di notevole qualità, assestando pertanto un significativo colpo al mercato illegale dello spaccio di stupefacenti nella città di Senigallia.