Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Stanco di stare ai domiciliari: 33enne di Ostra evade, arrestato dai Carabinieri

Rintracciato in via Sanzio, è stato nuovamente arrestato e messo ai domiciliari: processo a fine luglio per il giovane ostrense

SENIGALLIA – Evade dagli arresti domiciliari, rintracciato dai Carabinieri poco distante. È quanto accaduto alla Cesanella dove un 33enne da pochi giorni in misura cautelare per maltrattamenti in famiglia, si è allontanato da casa senza alcuna autorizzazione. Le ricerche del giovane originario di Ostra sono scattate nella mattinata del 4 maggio dopo il controllo quotidiano dei militari che hanno bussato alla sua abitazione.

Non trovandolo è stato perlustrato il territorio circostante e il giovane stava camminando in via Sanzio cercando di raggiungere la stazione ferroviaria. Alla vista dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile che lo hanno riconosciuto e bloccato, ha riferito che era stanco di restare a casa da solo ed aveva deciso di fare quattro passi. Dato che non era autorizzato ad allontanarsi, il giovane è stato dichiarato in arresto e condotto nella caserma di via Marchetti.

Il 33enne ostrense era stato arrestato a fine aprile dopo la denuncia dei genitori che hanno segnalato ai Carabinieri del paese continue aggressioni fisiche e verbali messe in atto nei loro confronti dal figlio. Aggressioni che sfociavano il più delle volte in danneggiamenti (anche gravi) del mobilio della casa ma che a dicembre scorso sono divenute lesioni subite dal padre, oltre a minacce di morte e continue pretese di soldi.

Sempre nella mattinata di venerdì 4 maggio, poche ore dopo, si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto presso il tribunale di Ancona: il giudice ha rinviato il processo a luglio. Per il giovane sono stati confermati gli arresti domiciliari. Se dovesse allontanarsi di nuovo, però, per lui potrebbero aprirsi le porte del carcere.