Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Scoprono un ladro, fratelli presi a botte: in manette un 25enne

È successo ieri a Senigallia, vicino ai giardini Morandi. Avevano sorpreso il giovane, del posto, a trafugare all'interno di un'auto parcheggiata e alla quale era stato rotto un finestrino. Sul posto la polizia

Il Tribunale di Ancona
Il Tribunale di Ancona

SENIGALLIA – Sorprendono un giovane trafugare all’interno di un’auto e rimediano una testata in faccia e calci e pugni ad una mano. Feriti due fratelli, arrestato per tentata rapina impropria e lesioni un 25enne del posto, L. A. . L’aggressione si è consumata ieri sera, vicino ai giardini Morandi, poco prima di mezzanotte. È a quell’ora che due fratelli, insieme alla moglie di uno dei due, tornavano da una cena e, arrivati all’auto, hanno sentito il rumore di un vetro rotto. I due fratelli sono andati a vedere cosa era accaduto trovando il 25enne infilato a mezzobusto nel finestrino di una Audi.  Gli hanno chiesto cosa stava facendo e il giovane per tutta risposta ha dato una testata in faccia ad uno e calci e pugni all’altro, nel tentativo di fuggire. C’è stata una colluttazione. Per la testata in faccia ad un fratello sono caduti due denti. L’altro ha riportato la rottura di un mignolo della mano. Sul posto è arrivata la polizia. Gli agenti del Commissariato hanno bloccato il 25enne portandolo in centrale. Per il giovane è scattato l’arresto per tentata rapina impropria e lesioni. Questa mattina, al tribunale di Ancona, il giudice Carlo Masini ha convalidato l’arresto con la misura cautelare in carcere come chiesto anche dal pm Francesca Sbriccoli. Il 25enne, difeso dall’avvocato Massimiliano Fratesi, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Dopo la convalida è stato portato a Montacuto in attesa del processo.