Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Rapina in villa a Scapezzano

Aggredito il figlio della proprietaria che è stato dimesso dal Pronto Soccorso con una prognosi di 15 giorni. Il bottino ammonta a oltre 100 mila euro

SENIGALLIA- Quattro uomini incappucciati si sono introdotti ieri sera, poco dopo le 23, in una villa in via del Trocco a Scapezzano. In casa c’erano la proprietaria, il compagno ed il figlio. È stato per primo il ragazzo ad avere l’impatto con i malviventi: si era alzato per chiudere un’inferriata che protegge una porta finestra quando è stato travolto da uno dei quattro rapinatori.

Tutti avevano in mano dei tronchi di legno, uno di loro ha picchiato il giovane, un 32enne che, finito in terra, è stato ulteriormente malmenato dai rapinatori che, hanno poi hanno chiesto a sua madre, al compagno di lei ed al ragazzo di seguirli al piano superiore, dove si trovano le camere. Lì, hanno preteso, dietro minacce, che la donna aprisse la cassaforte. L’anziana, dopo avere esitato si è fatta coraggio ha inserito il codice poi si è allontanata. I ladri hanno rubato il contenuto: gioielli e contanti per un valore di oltre 100 mila euro.

Il bottino è ancora in corso di quantificazione. Prima di allontanarsi i malviventi hanno chiuso le tre persone dentro la stanza, poi, hanno rubato l’hard disk del sistema di videosorveglianza. Una volta fuori dalla villa hanno rubato un’Audi nera con cui si sono messi in fuga. Il mezzo è stato ritrovato dai carabinieri in via Mattei. A dare l’allarme è stata la donna che ha chiesto l’intervento dei militari che hanno trovato i tre, ancora chiusi nella stanza. Il 32enne è ricorso alle cure mediche ed è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Le indagini sono in corso da parte dei militari che hanno informato dell’accaduto anche i comandi vicini. Secondo quanto dichiarato dalle vittime, ad agire erano in quattro, parlavano italiano ma avevano un accento straniero.