Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Furti e raggiri agli anziani a Senigallia: uno va a segno, l’altro è sventato dalla Polizia

Giovani donne avvicinano persone di età avanzata e con una scusa sfilano la collanina o l'orologio: gli ultimi due episodi avvenuti sulla spiaggia di velluto

Il centro storico di Senigallia
Il centro storico di Senigallia

SENIGALLIA – Gli anziani ancora nel mirino di furti, truffe e raggiri. Nelle ultime 24 ore, a Senigallia, due persone sono state avvicinate da due giovani ragazze: un tentativo di furto è andato a segno, mentre l’altro è stato sventato dalla Polizia che ha fermato una rom 25enne.

Vittima del raggiro riuscito è una 70enne che stava passeggiando in centro storico: all’improvviso si è avvicinata una ragazza sui 20 anni, alta 1,75 mt e con i capelli lunghi. Con fare amichevole le ha chiesto alcune informazioni per poi dileguarsi velocemente.

Il comportamento non ha destato tanti sospetti ma una volta tornata a casa, l’anziana si è accorta che le mancava la collanina che portava al collo. Alla vittima non è rimasto altro che chiamare la polizia per denunciare l’ultimo dei furti verificatisi in città, dando tutte le informazioni utili perché altre persone evitino brutte sorprese.

Un altro episodio stava per consumarsi nei pressi dell’ex ufficio Iat, dietro il lungomare Marconi: una 25enne rom aveva avvicinato un 80enne di Senigallia con modi ammiccanti, proponendo di appartarsi con lui. Solo il tempestivo intervento di due agenti in pattugliamento ha permesso di bloccare la donna e identificarla come una specialista dei furti con destrezza ai danni per lo più di anziani.

L’80enne non si era reso conto che si stava per consumare l’ennesimo raggiro: ci ha pensato la polizia a risolvere il problema prima ancora che si presentasse.
Per la donna sono scattate le procedure per il foglio di via obbligatorio dal comune di Senigallia.