Furti nelle chiese, allontanati due possibili ladri

Si tratta di due uomini che si aggiravano in modo sospetto vicino alla centralissima Chiesa della Croce a Senigallia. Sono stati fermati da una pattuglia dei carabinieri. Con loro avevano uno zaino. Al suo interno, un flessometro con la punta tagliata, una piccola forbice, una torcia da testa con elastici, otto pezzi di nastro biadesivo e un cacciavite a croce

Carabinieri
Carabinieri

SENIGALLIA- Due uomini sono stati sorpresi dai carabinieri sabato pomeriggio, 16 febbraio) con attrezzi in uno zaino di solito utilizzati per asportare denaro dalle cassettine delle raccolte offerte presenti nelle chiese o anche in altri punti di raccolta.

Una pattuglia della Stazione di Senigallia ha controllato due persone che si aggiravano in modo sospetto nei pressi della centralissima Chiesa della Croce: si tratta di un 55enne e un 43enne entrambi napoletani: il primo è residente a Genova, con vari precedenti per reati contro il patrimonio.

Gli oggetti recuperati dai carabinieri di Senigallia e nascosti nello zaino

I due sono stati trovati in possesso di uno zaino al cui interno c’erano un flessometro con la punta tagliata, una piccola forbice, una torcia da testa con elastici, una torcia elettrica, otto pezzi di nastro biadesivo ed un cacciavite a croce. Questo materiale viene utilizzato in genere per rubare le offerte dalle cassettine nelle chiese. I due, che non sono riusciti a giustificare la loro presenza a Senigallia, sono stati proposti per l’applicazione del foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Senigallia.