Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Crepe in via San Arco a Montemarciano: chiusa la corsia sud, residenti preoccupati

Timori tra i residenti, critiche dall'opposizione al progetto della bretella autostradale che dovrebbe passare proprio lì. Tittarelli: «Verifiche in corso ma il progetto non è in discussione»

Crepe in via S.Arco a Montemarciano, residenti preoccupati
Crepe in via S.Arco a Montemarciano, residenti preoccupati

MONTEMARCIANO – Seri problemi sono comparsi sul tracciato dove sorgerà la bretella autostradale. Si sono evidenziate grosse crepe e fessure nell’asfalto lungo via San Arco, strada al centro del percorso che dalla statale Adriatica all’altezza di via Honorati convoglierà il traffico sulla provinciale Sirolo-Senigallia verso l’A14. Criticità importanti con cedimenti che hanno destato l’allarme tra la popolazione residente della zona, già alle prese con l’incrocio con via Media da settimane completamente al buio a causa di un incidente. Il Comune di Montemarciano è corso ai ripari chiudendo al traffico la corsia sud di via San Arco, prima con segnali e coni stradali, poi, da sabato 18 settembre, con i semafori mobili.

I problemi non sono iniziati in questi giorni. Già prima dell’estate erano presenti delle crepe sul tappetino stradale: non sono quindi comparse recentemente ma l’aggravamento è certamente stato rapido. Si protraggono per circa 90 metri e in alcuni punti, raggiungono anche i 12 centimetri di divario tra le due sponde della fessura. Eppure via S.Arco, realizzata da Società Autostrade, ha solo cinque anni di età: un tempo di servizio davvero breve per un’infrastruttura al centro della progettazione per la nuova bretella autostradale: attualmente non vi transita un numero considerevole di mezzi, anche per via della pendenza della strada.

A temere maggiormente sono i residenti della zona: alcune abitazioni si trovano in prossimità del terrapieno su cui è stata realizzata la striscia di asfalto che oggi presenta importanti fessure. Mentre la corsia sud non è percorribile e si circola a senso unico alternato sul lato nord, l’amministrazione ha contattato Società Autostrade. «Abbiamo chiesto – spiega il vicesindaco Andrea Tittarelli che ricopre il ruolo di assessore ai lavori pubblici e urbanistica – l’intervento dei tecnici che hanno effettuato un sopralluogo. Attendiamo una loro relazione che dovrebbe arrivare a breve e poi valuteremo il da farsi».

Dubbi e perplessità sul futuro progetto della bretella stanno però circolando tra la popolazione. Come può quella strada reggere l’impatto di un volume di traffico maggiore se già presenta cedimenti importanti nel terreno sottostante? Dello stesso parere anche alcuni consiglieri comunali. A tal proposito Maurizio Grilli, capogruppo di Progetto Montemarciano, ha sottolineato quanto sia «opportuno ragionare se via S.Arco sia funzionale alla nuova bretella o se sia il caso di pensare a un’alternativa». Già nei mesi scorsi il gruppo consiliare aveva proposto alla giunta di farsi portavoce con Società Autostrade di alcune modifiche migliorative del progetto originario; lo stesso gruppo aveva inoltre ipotizzato un percorso diverso: secondo Grilli una soluzione meno impattante per il territorio sarebbe quella di congiungere la provinciale Sirolo-Senigallia con la rete infrastrutturale già presente (in particolare con via Media, da rinforzare e migliorare) per sfociare poi nella statale Adriatica a nord del deposito Conerobus e bypassare così il centro abitato di Marina. Ipotesi che verrà ribadita anche nel prossimo consiglio comunale attraverso un’interrogazione urgente.

Per Tittarelli le criticità emerse in questi giorni su via S.Arco «non mettono in discussione il progetto della bretella con il collegamento per l’autostrada A14. Stiamo invece chiedendo la modifica del tracciato perché in alcuni punti passa troppo vicino alle case ma le valutazioni sono ancora in corso. Quindi non c’è nulla di definitivo in merito ma abbiamo trovato la disponibilità di Autostrade a ragionarvi su».

L’area tra Gabella e via S.Arco, a Montemarciano, dove dovrà passare la bretella elaborata da società Autostrade
L’area tra Gabella e via S.Arco, a Montemarciano, dove dovrà passare la bretella elaborata da società Autostrade