Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Il sindaco di Senigallia: «Non chiuderò strade né piazze ma siate responsabili»

Olivetti ha fiducia nei cittadini e annuncia di non voler adottare altri provvedimenti per ridurre il rischio di nuovi contagi ma promette assidui controlli su distanze, assembramenti e mascherine

Massimo Olivetti
Massimo Olivetti

SENIGALLIA – Il sindaco Massimo Olivetti è intenzionato a non chiudere vie e piazze della movida senigalliese, almeno per il momento. Nonostante l’aumento di contagi da covid-19 in tutta Italia e anche nei comuni della vallata Misa e Nevola, tra cui appunto Senigallia, il primo cittadino della spiaggia di velluto spera che il comportamento dei cittadini sia rispondente alle sempre più restrittive norme varate dal governo. Solo così si potranno evitare ulteriori chiusure e, come si dice in gergo in questi giorni, mini lockdown localizzati.

A comunicarlo è lo stesso sindaco: «Il numero dei contagi che si registrano ad oggi nel  territorio del Comune di Senigallia è piuttosto contenuto – afferma Olivetti – e la situazione è del tutto sotto controllo. Tale considerazione tuttavia non ci rassicura perché vediamo come il quadro dei contagi in Europa ed in certe aree del Paese si aggrava di giorno in giorno e il timore che possa estendersi in tutta Italia purtroppo esiste. La mia intenzione, come sindaco di Senigallia, è quella di non usare per il momento questa leva della chiusura di strade ed aree della città. Sono convinto infatti che i cittadini di Senigallia siano in grado di continuare e di rafforzare i propri comportamenti virtuosi capaci di limitare la diffusione del virus: distanziamento sociale, attenzione ad evitare gli assembramenti, uso costante delle mascherine».

Il sindaco Olivetti insomma ripone tanta fiducia nella popolazione senigalliese, tra cui si registra una crescita dei contagi da covid ancora tutto sommato contenuta. Se si guarda alla vallata intera, dal mare fino ai monti di Arcevia, sono circa 70 infatti i positivi al coronavirus. Numeri che fanno ancora ben sperare circa la possibilità di evitare la chiusura di alcune aree cittadine.

«Tuttavia tale mia convinzione – spiega ancora Olivetti – deve essere necessariamente essere confermata dall’esame dei comportamenti concreti soprattutto nelle fasce orarie e negli orari di maggior circolazione di persone. Per questo, a cominciare da questo fine settimana, le autorità competenti effettueranno degli accurati controlli in città per verificare l’assenza di assembramenti, il rispetto rigoroso del distanziamento e il corretto utilizzo delle mascherine. Se l’esito di tali controlli dimostrerà il corretto comportamento dei cittadini riusciremo, almeno per il momento, a scongiurare l’adozione di misure più drastiche di contenimento della diffusione del virus. In caso contrario, come sindaco e come autorità locale di sanità pubblica, sarà mio preciso dovere intervenire».

Infine l’appello ai senigalliesi perché si comportino seguendo le regole studiate per limitare il contagio: «Confido come sempre sul senso di responsabilità dei cittadini di Senigallia consapevole del fatto che questa guerra terribile contro il virus potrà essere  vinta soltanto affrontandola tutti insieme con coraggio e determinazione».