Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Covid «influenza per anziani e malati»: polemica per il post condiviso dal vicesindaco di Senigallia

Bufera su Riccardo Pizzi anche all'interno della maggioranza. Rebecchini: «Parlare di semplice influenza non è ammissibile. Opportuno che prenda le distanze». Tuona dall'opposizione il Pd

Riccardo Pizzi
Riccardo Pizzi

SENIGALLIA – Si infiamma il dibattito politico cittadino per la dichiarazione del vicesindaco di Senigallia Riccardo Pizzi su contagi e covid, considerata un’influenza che riguarderebbe anziani e malati. L’avvocato senigalliese, recentemente eletto e divenuto da pochi mesi assessore e vicesindaco della spiaggia di velluto, ha condiviso sul suo profilo un post che ha subito acceso i commenti politici.

Questo il contenuto del post: “Farsi delle domande, rimanere scettici ed esprimere dei dubbi fa parte dello spirito umano. L’argomentazione, il ragionamento sono I grandi dimenticati della discussione pubblica. Il dialogo, il confronto vengono spezzati da parole come negazionismo (che secondo la lingua italiana significa negazione della shoa), complottismo, novax. L’etichettatura del pensiero è una pericolosa censura della libertà di espressione. Un’influenza che colpisce con una bassissima percentuale anziani e malati giustifica le misure di restrizione adoperate dal governo? È ancora legittimo porre pubblicamente questa domanda per ricevere in modo argomentato e documentato una risposta istituzionale? Nel 1924 il fascismo censuró la stampa che non cantava nel coro”. Post che Riccardo Pizzi ha condiviso sul suo profilo facebook personale, specificando: «Condivido parola per parola».

Il post condiviso dal vicesindaco di Senigallia Riccardo Pizzi su covid e contagi
Il post condiviso dal vicesindaco di Senigallia Riccardo Pizzi su covid e contagi

Veloci sono scattate le reazioni da più parti, comprese quelle all’interno della stessa maggioranza consiliare. Tra i più attivi Luigi Rebecchini, consigliere di “Forza Italia – Civici per Senigallia” che prima ha reso noto: «Legittimo preoccuparsi per i morti giornalieri causa covid e di alcune terapie intensive al collasso (vedi Veneto, nonostante ulteriore e provvido aumento dei posti letti). Parlare di semplice influenza non è ammissibile. Il post che tu condividi “parola per parola” parla anche di semplice influenza che non giustifica i provvedimenti presi. Sui provvedimenti è legittimo parlare, ma credo sia opportuno che tu prenda le distanze dall’affermazione di semplice influenza. Penso Riccardo Pizzi sia tuo dovere, essendo Vicesindaco e ricoprendo quindi importante ruolo istituzionale, chiarire bene la tua posizione a riguardo. Voglio credere ti sia sfuggita la lettura della frase che parla di “semplice influenza” riportata nel post che hai condiviso e sottoscritto parola per parola».

Lo stesso Rebecchini poi ha rincarato la dose sostenendo come sia «Gravissimo che a proposito di Covid19 qualcuno ancora oggi parli di semplice influenza che colpisce gli anziani! Gravità inaudita quando viene affermato da chi ricopre importanti ruoli istituzionali anche a livello locale!».

Sulla vicenda, il vicesindaco Pizzi sentito telefonicamente non ha voluto rilasciare altre dichiarazioni né repliche nemmeno per contestualizzare le affermazioni contenute nel post condiviso sul suo profilo privato. Per molti cittadini si tratta di uno scivolone: «Altro che semplice influenza..io l’ho provato sulla mia pelle e ci sto ancora sotto da quasi un mese! Figuriamoci per un anziano…» scrive Cristina, mentre Valeria: «Io non mi capacito. Soprattutto dell’assoluta mancanza di empatia verso chi soffre o è morto».

Tuona anche il Pd senigalliese: Negli scorsi giorni, attraverso la pagina facebook della nostra consigliera Chantal Bomprezzi, è stato stigmatizzato il comportamento negativo del vicesindaco Riccardo Pizzi e dell’assessore Alan Canestrari immortalati con un loro selfie in tenuta sportiva sul lungomare senigalliese. Un selfie senza mascherina, senza le dovute distanze e dunque senza mostrare quel buon esempio che un amministratore dovrebbe dare rispettando per primo le regole. Osservando l’attività sui social del consigliere Marcello Liverani le cose non vanno di certo meglio, ogni suo post è politicamente teso a minimizzare il delicatissimo tema del covid, invitando chi lo segue a non accettare e a non rispettare quanto imposto dal dpcm attualmente in vigore. Per concludere, in data 29 dicembre, sempre il vicesindaco Riccardo Pizzi ha pubblicato un post sul proprio profilo in cui tiene a sottolineare come condivide parola per parola un post dove il covid viene derubricato a “un’influenza che colpisce con una bassissima percentuale anziani e malati”. A questo punto ci sembra doveroso chiedere chiarezza al sindaco Massimo Olivetti, una volta per tutte, sulla posizione di questa amministrazione comunale in merito al covid. Non sono ammessi questa volta tentennamenti e risposte ambigue, anche perché pure membri della stessa maggioranza sono intervenuti per chiedere chiarezza al vicesindaco. Inoltre – concludono dal Pd di Senigallia – durante la prima ondata, ci sono stati tra i consiglieri comunali anche autorevoli medici che hanno visto con i propri occhi l’allora gravissima situazione, che si sta purtroppo ripetendo. Loro cosa ne pensano?».