Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Covid, contagi in calo: quattro buone notizie per Senigallia e vallate

Confermato il trend in diminuzione di quarantene e positivi in tutta l'area: dopo il pronto soccorso torna covid free anche l'ex ortopedia dov'era allestito il primo reparto con 31 posti letto dedicati

L'ospedale di Senigallia
L'ospedale di Senigallia

SENIGALLIA – Continua la lenta ma costante discesa dei numeri legati alla pandemia da coronavirus. Contagi in calo per i positivi, calano di conseguenza i ricoveri e anche i dati relativi alle quarantene in atto sia sulla spiaggia di velluto che nei territori limitrofi, tanto da permettere la chiusura di un reparto covid. Insomma quattro buone notizie di cui c’era assolutamente bisogno.

Il primo dato è proprio la minor pressione sull’ospedale senigalliese “Principe di Piemonte”: è divenuto infatti covid free il pronto soccorso che nelle ultime settimane aveva avuto anche 10 posti letto dedicati ai pazienti contagiati dalla Sars-CoV-2. Da giovedì 15 aprile, infatti, complici i contagi in calo nell’ultimo periodo, i pazienti covid sono stati spostati nei reparti dedicati dove in totale erano ricoverate 34 persone, di cui 4 in terapia intensiva e 7 in subintensiva: un netto a diminuzione dunque rispetto ai numeri delle settimane precedenti. A inizio mese, solo per dare l’idea, erano oltre 70 le persone ricoverate al nosocomio senigalliese.

La seconda buona notizia è la chiusura del primo reparto covid, quello da 31 posti letto allestito all’ex ortopedia, al piano terra del blocco adiacente al pronto soccorso. Le operazioni sono terminate nel weekend appena trascorso, grazie al trend dei contagi in calo che ha rassicurato la direzione medica ospedaliera e i tutti gli operatori senigalliesi. 

Proprio nel primo giorno del weekend i positivi ospitati nel nosocomio erano scesi sotto quota trenta ed è questa la terza buona notizia; nella giornata di ieri, domenica 18 aprile, i ricoverati sono scesi ancora fino a toccare la soglia dei 23 pazienti ricoverati. Una minore pressione che significa per il personale ospedaliero poter respirare dopo settimane di continua e frenetica attività, senza nemmeno i riposi né le ferie per poter recuperare.

Da giorni ormai si può assistere a contagi in calo nel senigalliese: se alla data del primo aprile i numeri per la spiaggia di velluto parlavano di 473 quarantene e 274 positività, secondo la Regione Marche sono oggi 19 aprile scesi fino a 267 quarantene di cui 157 positivi, quasi dimezzati insomma.

E nel resto del distretto sanitario? Qui sta la quarta buona notizia con cui iniziare la settimana. Procedendo in ordine alfabetico ci sono ad Arcevia 42 cittadini in quarantena di cui 22 positivi; Barbara è quasi fuori dall’incubo con isolamenti e positività inferiori a 5. Belvedere Ostrense conta 17 cittadini in isolamento con 5 soli positivi, segno che ormai la svolta è vicina. Anche a Castelleone di Suasa si respira meglio: 8 quarantene dovute ad altrettanti casi di positività. Soffrono ancora un po’ il borgo di Corinaldo dove i numeri sono 45 (le quarantene) e 20 (i positivi), e la città di Montemarciano (67 e 33, ma con i contagi in calo). Mentre Morro d’Alba ha pochi casi (11 in isolamento e 8 positivi), quasi un terzo di Ostra (con 36 cittadini in quarantena e 15 positivi) e al pari di Ostra Vetere (14 isolamenti e 5 positività), sono Serra de’ Conti e Trecastelli a registrare ancora numeri importanti: il primo comune ha 28 cittadini in quarantena e 21 positivi su 3.700 abitanti, il secondo ben 65 in isolamento e 27 positivi su oltre 7.500 residenti.