Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Cosa fare nel weekend a Senigallia e dintorni

Mostre, presentazioni, incontri, danza e musica saranno protagoniste del fine settimana sulla spiaggia di velluto, a Ostra e Serra de' Conti: ecco il programma degli eventi culturali

Il balletto "Lo schiaccianoci"
Il balletto "Lo schiaccianoci"

SENIGALLIA – Sono numerosi gli appuntamenti culturali, sociali, musicali e politici organizzati nei comuni lungo la vallata del Misa. Ecco una carrellata dei principali eventi da venerdì 10 a domenica 12 gennaio.

Iniziamo con la danza. Al Teatro La Fenice di Senigallia torna venerdì 10 gennaio un classico per eccellenza, “Lo schiaccianoci” di Cajkovskij con le coreografie di Marius Petipa messo in scena dal Balletto di San Pietroburgo. Spettacolo fuori abbonamento nel cartellone proposto da Comune e Amat, con la fiaba di Hoffmann si intrecciano i temi tradizionali quali l’amore, il sogno e la fantasia: è uno spettacolo fatto di dolciumi, soldatini, alberi di natale, fiocchi di neve e fiori che danzano, topi cattivi, prodigi, con tanto di principe azzurro e fatina: un balletto che ammalia i bambini e incanta i grandi. Info: www.amatmarche.net.

A Ostra si parla del futuro delle Marche. Sarà il neo candidato del centrosinistra alla guida della Regione Sauro Longhi l’ospite di un incontro promosso dal circolo locale del Pd per parlare delle Marche “ideali”. L’ex rettore dell’università politecnica di Ancona discuterà della quarta rivoluzione industriale, delle opportunità, della strategia per guidarla e non subirla. Un confronto che aprirà nuovi orizzonti grazie anche a personalità del mondo della scuola, del lavoro e della sanità. Inizio alle ore 21 al circolo Acli “Falco” a Casine di Ostra.

Una mostra di pittura aprirà le porte ai visitatori sabato 11 gennaio, alle ore 16 allo spazio Lapsus di via Marchetti 19, a Senigallia. Il pittore marchigiano Franco Lorenzetti inaugurerà la sua esposizione “Non ho un posto dove andare e quindi resto qui”. Si tratta d’un viaggio visivo tra venti quadri che spaziano dai classici motivi come la natura morta o il ritratto, fino agli argomenti fiabeschi con personaggi nuovi e curiosi. La mostra sarà visitabile fino al 1 febbraio 2020 il giovedì mattina dalle 10 alle 12 e i martedì, giovedì e venerdì pomeriggio dalle 15 alle 18.30 oppure su appuntamento chiamando il 3297797352.
Altra esposizione d’interesse è Razza Umana” di Oliviero Toscani, ospitata a palazzo del Duca e a palazzetto Baviera di Senigallia. Sono 70 le fotografie esposte per un progetto che si prefigge di raccontare le diversità e celebrarle come elemento di uguaglianza. Rimarrà aperta fino al 2 febbraio.

La mostra "Arte e suono" a Senigallia
La mostra “Arte e suono” a Senigallia

Anche l’esposizione “Arte e suono”, a cura di Monica Bonollo e Simona Zava, allestita alla rocca roveresca di Senigallia rimarrà aperta fino a domenica 2 febbraio. Le opere sonore e interattive dagli anni ’70 ad oggi, dall’elettronica alla robotica, hanno riscosso un grande successo di pubblico tanto da far optare il Comune di Senigallia – ente promotore in collaborazione con il Polo museale delle Marche, il museo comunale d’arte moderna, dell’informazione e della fotografia (Musinf) di Senigallia, Valmore studio d’arte e l’associazione Carlo Emanuele Bugatti Amici del Musinf – di prorogarne l’apertura di un mese.

Sabato 11 gennaio, alle ore 21, la stagione del teatro La Vittoria, promossa dal Comune di Ostra e Amat, ospiterà Platonov da Anton Cechov, uno spettacolo del Mulino di Amleto riscritto da Marco Lorenzi, che firma anche la regia, e Lorenzo De Iacovo. Si tratta della rappresentazione di una serie di personaggi che trascorrono le serate bevendo vodka alla ricerca del vero amore che non troveranno, inconsapevoli dello scontro portato dal “voler essere” ciò̀ che non sono nella realtà̀.

Franco Perticaroli
Franco Perticaroli

A Serra de’ Conti si terrà domenica 12 gennaio la presentazione di un libro in ricordo di Franco Perticaroli. Ad un anno esatto dalla scomparsa tutta la comunità lo vuole ricordare in una raccolta di testimonianze sulla sua vita: “Il sorriso nel cuore: testimonianze sulla vita di Franco Perticaroli”, che verrà presentato alle ore 16:30, in sala Italia. L’iniziativa partita circa un anno fa da alcuni amici in collaborazione con la parrocchia, si è concretizzata. Un libro scritto a più mani, dove ognuno, tra amici, familiari e associazioni in cui era impegnato, hanno testimoniato il vissuto intenso di Franco, una vita spesa per gli altri, soprattutto per i più deboli. Una persona amata da tutto il paese e non solo. Il ricavato di questo libro andrà in beneficenza.

Alessandro Quarta in concerto
Alessandro Quarta in concerto

Sempre domenica 12 gennaio si terrà anche il secondo appuntamento con la stagione concertistica 2020 di Senigallia e, per la precisione, con il violino rock di Alessandro Quarta e gli ARTeM Strings Quintet. Alle ore 17, al teatro La Fenice, il noto violinista, arrangiatore e compositore sarà accompagnato da Federico Micheli e Andrea Cortesi ai violini, Lorenzo Rundo alla viola, Giancarlo Giannangeli al violoncello e Graziano Brufani al contrabbasso, con un programma che va dalle pagine più famose del barocco fino alle virtuosistiche trascrizioni della celebre Carmen di Bizet, per arrivare alle musiche del Novecento. Info: www.feelsenigallia.it.

Alla stessa ora si terrà invece lo spettacolo di teatro-danza “Cristina e La Città Delle Dame”, scritto e diretto da Chiara Marangoni. L’appuntamento, organizzato dalla compagnia filodrammatica “La Sciabica” e dalla biblioteca “L.Orciari”, rientra nel calendario del teatro d’inverno e si svolgerà al centro sociale “Adriatico”. Liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Christine de Pizan – nel 1404 è la prima opera nella storia a difesa della donna – vede protagonista Cristina, una giovane studiosa, che affronterà un viaggio in uno spazio metafisico. Accompagnata da tre dame – Dama Ragione, Dama Rettitudine e Dama Giustizia – incontrerà donne virtuose del passato, per conoscere e far conoscere le loro storie ma soprattutto per costruire una città ideale nella quale le donne virtuose potranno abitare per sempre, lontane dai soprusi e dalla cattiveria degli uomini.