Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Coronavirus, la raccolta fondi per l’ospedale di Senigallia supera quota 15mila euro

Lanciata appena cinque giorni fa da Rotaract, Rotary e Comune, la campagna ha già raggiunto un importantissimo risultato che si traduce in fondi, materiali e strumenti sanitari per affrontare l'emergenza covid-19

L'ospedale di Senigallia
L'ospedale di Senigallia

SENIGALLIA – Continua a ritmo serrato la raccolta fondi per aiutare l’ospedale di Senigallia a fronteggiare l’emergenza coronavirus. L’iniziativa è stata lanciata appena cinque giorni fa da Rotaract e Rotary club, con il supporto del Comune di Senigallia: si era posta l’obiettivo di raggiungere i 5 mila euro ma, data la più che positiva risposta della città (e dei paesi limitrofi), il target è stato spostato a 20 mila euro. E tre quarti sono già stati raggiunti.

Lo scopo è, ovviamente, quello di contribuire a combattere il covid-19 dando modo alla struttura sanitaria di Senigallia e della vallata Misa Nevola di avere a disposizione dei fondi per l’acquisto e il reperimento di materiali e strumenti sanitari oppure gli stessi materiali, oggi necessari più che mai. Tra i dispositivi medicali da reperire ci sono termometri, sfigmomanometri, tute monouso, occhialini integrali, mascherine, guanti e tutto ciò che può permettere di affrontare questa grave pandemia, in accordo con la direzione sanitaria dell’ospedale di Senigallia.

Una raccolta fondi utile non solo per dimostrare la propria vicinanza a coloro che sono in prima linea, ma anche per contribuire fattivamente al superamento dell’emergenza coronavirus, a vincere questa guerra contro un mostro invisibile ma che finora ha causato una sessantina di vittime solo nelle Marche di cui una decina all’ospedale di Senigallia.

La raccolta fondi è stata avviata sulla piattaforma GoFundMe ed è incredibile vedere come tantissime persone, tra cittadini e gruppi, abbiano voluto donare una cifra – simbolica o sostanziale. In sole 24 ore erano stati superati i 4 mila euro; in cinque giorni si è riusciti a superare quota 15 mila euro. Praticamente tre quarti dell’obiettivo.

Ben oltre le 320 persone hanno voluto effettuare una donazione: tra questi ci sono tantissimi cittadini (alcuni sono voluti appositamente rimanere anonimi), alcune aziende e diversi gruppi più o meno organizzati. Tra questi il circolo Acli Belvedere di Scapezzano, Gioventù che Fare?, l’Inter Club di Senigallia, i giocatori del Monserra Calcio e cinque gruppi di appassionati di fantacalcio, che hanno voluto devolvere per una causa ben più importante il premio finale della “loro” stagione sportiva.C’è ancora tempo per contribuire, basta cliccare qui: https://tinyurl.com/v933bod. Tutti insieme.