Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Aperto a Corinaldo e Senigallia lo sportello di ascolto con psichiatri e psicologi

Psichiatri e psicologi presso la sede Avis corinaldese e all'ospedale della spiaggia di velluto. L'assistente sociale: «chiamano principalmente i genitori, preoccupati per i propri figli»

Il pronto soccorso dell'ospedale di Senigallia
Il pronto soccorso dell'ospedale di Senigallia

CORINALDO – Dopo l’attivazione da parte del Comune corinaldese di uno “Sportello di Ascolto e Dialogo” a seguito della tragedia della Lanterna Azzurra, subito sono arrivati i primi contatti. Telefonate e richieste di aiuto dei genitori preoccupati per le condizioni dei propri figli che hanno vissuto un’esperienza drammatica e che molti di loro si porteranno dietro per sempre.

L’iniziativa è stata annunciata domenica pomeriggio in un’assemblea pubblica tenutasi proprio a Corinaldo, città teatro della tragedia nella discoteca in via Madonna del Piano. Lo sportello è stato aperto presso la sede della Pubblica Assistenza Avis di Corinaldo e vedrà presenti tutti i giorni (per questa settimana con orario 17-20) psicologi e psichiatri sia volontari che professionisti messi a disposizione dall’Asur Area Vasta 2, dal servizio di Protezione Civile e dalle organizzazioni di Protezione Civile.

Scopo dello sportello è quello di fornire un aiuto costante per tutti coloro che sentono l’esigenza di un confronto e di un dialogo in seguito ai tragici fatti dei giorni scorsi. «È indirizzato principalmente ai ragazzi e alle famiglie di quanti sono rimasti coinvolti nella tragedia della Lanterna Azzurra – spiega l’assistente sociale dei comuni di Corinaldo e Castelleone di Suasa Caterina Iorio – ma chiunque può recarsi in maniera privata ed anonima presso il centro. Già si sono avuti i primi contatti per organizzare un incontro conoscitivo e valutativo dei ragazzi che hanno vissuto questo dramma e capire quale percorso sia il più indicato per superare un momento simile. La maggior parte di quanti telefonano è rappresentata dai genitori dei giovani, che hanno deciso di seguire con questo strumento la condizione dei propri ragazzi».

Oltre allo sportello corinaldese, è stato attivato un numero specifico a cui potersi rivolgere per un confronto e un ascolto con l’assistente sociale Caterina Iorio: 3383924522. È possibile chiamare dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14. Il martedì e il giovedì fino alle ore 18.

Anche all’ospedale di Senigallia è stato aperto uno sportello con analoga funzione: gli psicologi saranno presenti in questi giorni dalle 8 alle 20 presso la struttura sanitaria senigalliese di via Cellini. Al servizio di ascolto si potrà accedere passando dal triage del pronto soccorso, dove alcuni esperti potranno conoscere e valutare le condizioni di quanti hanno subito una perdita alla Lanterna Azzurra di Corinaldo nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 dicembre o hanno visto i coetanei morire per in una tragica quanto assurda vicenda.