Corinaldo si prepara per la Festa dei Folli 2019

Oltre alla pazza corsa colorata e ai numerosi concerti, i ragazzi del Combusta Revixi hanno pensato anche alle animazioni per famiglie, ai laboratori per i piccoli e agli incontri culturali. Raduno dei bersaglieri per celebrare la Liberazione

La locandina della Festa dei folli a Corinaldo
La locandina della Festa dei folli a Corinaldo

CORINALDO – Fervono gli ultimi preparativi per la cinque giorni di Festa dei Folli che contraddistingue ormai da qualche anno la primavera corinaldese e della vallata del Misa-Nevola. L’evento si terrà dal 24 al 28 aprile e mette insieme spettacoli, mostre, mercatini, concerti e varie iniziative culturali dedicate a tutte le età.

Oltre alla divertente e pazza corsa colorata attorno alle mura e al raduno dei bersaglieri (entrambi il 25 aprile), quest’anno la manifestazione ruota attorno al tema “Dove c’è musica”. Saranno tanti gli appuntamenti con i gruppi emergenti provenienti dal Peace & Love Festival di Corinaldo, con band e artisti di strada, con la fanfara dei bersaglieri, con la banda Città di Corinaldo e gli sbandieratori e musici del Gruppo Storico “Combusta Revixi”.

il gruppo Four Tiles
Il gruppo Four Tiles

Per evidenziare meglio questo aspetto, ci sarà Cesareo, il chitarrista storico di Elio e Le Storie Tese con la sua Masterclass per chitarristi e poi in concerto con il suo gruppo, Four Tiles, una “cover rock band” milanese che vede la partecipazione di Sebo (UTEZ, Riff Raff, Strings24) alle chitarre, Roberto Gualdi (PFM, Ron, Vecchioni, Lucio Dalla) alla batteria e Guido Block (The Event, Papa Winnie, Noize Machine) al basso e alla voce.

Gli sbandieratori del gruppo storico Combusta Revixi
Gli sbandieratori del gruppo storico Combusta Revixi

Non solo musica: alla Festa dei Folli c’è tanto spazio per la cultura, grazie alla rassegna Segnalibro in cui verranno presentati quattro libri, alla presenza degli autori (sempre alle ore 17.30 presso la Pinacoteca Comunale di Corinaldo). Mercoledì 24 aprile Vittoria Chiarenza presenterà l’ultimo dei suoi lavori “Vasco Rossi: una vita spericolata in equilibrio sopra la follia”, un viaggio nel mondo non solo musicale del rocker di Zocca; il pomeriggio seguente Antonio Maddamma della Carboneria Letteraria presenterà l’antologia “La Scrittura Uccide”, per capire che persino una lettera a Babbo Natale può non essere innocente come si crede. Sabato 27 e domenica 28 aprile due scrittori e saggisti di grande esperienza e rilevanza nazionale: Paolo Albani presenterà “I Mattoidi Italiani”, mentre Antonio Castronuovo presenterà “Ossa, cervelli, mummie e capelli”.

Il Passaporto da matto di Corinaldo
Il Passaporto da matto di Corinaldo

Alla Festa dei Folli, organizzata e promossa ormai da sette anni dagli 80 ragazzi del Gruppo Storico Combusta Revixi (presidente Elisa Fabrizi) per valorizzare il centro storico e le attività artistiche e storiche di Corinaldo, non potevano mancare le cose da pazzi: dalla crazy run al “Passaporto da Matto di Corinaldo”, dal laboratorio creativo folle e divertente per i più piccoli nei pomeriggi del 24-27-28 aprile fino alle acconciature folli, per uomo donna, che verranno presentate nel pomeriggio del 28 aprile grazie agli hair stylists di Corinaldo.
Tra le altre iniziative, l’associazione Generazioni-Storie-Orizzonti (Gesto) si occuperà delle animazioni per famiglie; la Nuova Associazione Senigallia Astrofili (Nasa) permetterà di osservare la volta celeste notturna e durante le ore diurne il sole grazie ad uno speciale telescopio, mentre al teatro Goldoni andrà in scena (venerdì 26 aprile, alle ore 21) un emozionante spettacolo, “Nuvole: da Firenze ad Assisi con la libertà nascosta nella bicicletta di Gino Bartali”, un ricordo del grande campione italiano che durante il secondo conflitto mondiale aiutò tante persone salvandole dalla deportazione nazista.

Insomma un programma ricco di appuntamenti, dal 24 al 28 aprile, consultabile anche sul sito www.festadeifolli.it, tutto ad ingresso libero.