Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Da Confartigianato l’ok alla manovra di bilancio della giunta Olivetti

Chiesto un tavolo di confronto su tassa rifiuti, occupazione suolo pubblico e imposta pubblicità, l’apertura di Olivetti rassicura gli imprenditori

bidoni, rifiuti, tari, raccolta differenziata
I bidoni per la raccolta differenziata

SENIGALLIA – L’apertura del sindaco Massimo Olivetti al dialogo con le parti sociali e agli sgravi fiscali per famiglie e imprese piace alla Confartigianato. Dal segretario della Confartigianato di Ancona e Pesaro-Urbino Marco Pierpaoli arrivano parole di apprezzamento per l’intervento del primo cittadino senigalliese in merito alla manovra di bilancio. Nel presentare il documento previsionale 2021-2023, che verrà discusso dal consiglio comunale il prossimo 18 marzo, ha accennato a numerosi passi in avanti per quanto riguarda il confronto con sindacati e associazioni di categoria ma anche per gli aiuti ai soggetti in difficoltà dato il perdurare della crisi sanitaria ed economica.

«Le parole del sindaco Massimo Olivetti sono un punto di partenza, anzi di ri-partenza – aggiunge Pierpaoli – la situazione è delicata, non c’è tempo da perdere, soprattutto c’è bisogno della collaborazione tra istituzioni e associazioni, se davvero vogliamo uscire dalla crisi acuita dal Covid». Gli fa eco il responsabile territoriale di Confartigianato Senigallia Giacomo Cicconi Massi che spiega come serva «un passo deciso e più forte rispetto al passato, che vada nella direzione del mondo imprenditoriale. Un mondo senza il quale non ci sarebbero coesione e benessere sociale, che stanno attraversando una fase critica».

Confartigianato chiede, nell’ambito della manovra di bilancio, di focalizzare l’attenzione sugli sgravi fiscali per aiutare le imprese a non chiudere in questo periodo di stop forzati: tra questi la riduzione della tari e una gratuità dell’occupazione del suolo pubblico. «È impensabile pagare canoni e tasse – sottolinea Cicconi Massi – con le attività chiuse per decreto. Le attività, soprattutto quelle della ristorazione, hanno la necessità di spazi maggiori per garantire le misure anti-contagio, senza dover per questo pagare più tari o più suolo pubblico». Altro aspetto delicato è relativo agli avvisi di pagamento per la pubblicità. «Va aperto un tavolo – chiede ancora Confartigianato – tenuto conto del momento difficile per tutti».

La Confartigianato si è espressa in modo favorevole anche rispetto agli annunci sugli interventi per strade e le frazioni, oltre alla revisione del piano del verde, del centro storico e degli arenili. Apprezzata anche la volontà, annunciata presentando la manovra di bilancio, di confermare i grandi eventi turistici, tra cui il CaterRaduno, X-Masters e il Summer Jamboree che permetterebbero di intravedere un’estate di semi-normalità in un orizzonte ancora molto caotico e confuso.