Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ubriaco al volante, travolge un passeggino: bimba all’ospedale, conducente in manette

Un cittadino pakistano di 44 anni, richiedente asilo, guidava a forte velocità e con un tasso di 1,5 g/l lungo via Aldo Moro a Passo Ripe. Per lui è scattato l'arresto

L'auto dopo l'incidente a Trecastelli
L'auto dopo l'incidente a Trecastelli

TRECASTELLI – Sbanda con l’auto, investe una bimba di due anni e finisce in manette. Questo è quanto accaduto a Passo Ripe di Trecastelli, nella serata di ieri, 25 giugno, in via Aldo Moro. Protagonista dell’incidente è un cittadino pakistano di 44 anni: il conducente ubriaco, assieme ad altre tre persone, stava viaggiando su una Peugeot di cui ha improvvisamente ha perso il controllo, complice l’alcol e la forte velocità, non adeguata a un centro abitato. 

L’auto, dopo una sbandata, ha travolto il passeggino al cui interno vi era una bimba piccola, appena due anni, rimasta ferita e attualmente ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Salesi di Ancona. Solo per puro miracolo non sono stati investiti anche gli altri componenti della famiglia, che camminavano lungo la via in un tratto privo di marciapiedi. L’auto, guidata dal conducente ubriaco, si è poi schiantata contro un muro ma il rischio è stato altissimo: avrebbe potuto anche schiacciarvi i pedoni.

L'auto dopo l'incidente a Trecastelli è finita contro un muro
L’auto dopo l’incidente a Trecastelli è finita contro un muro

Sul posto si sono immediatamente radunati numerosi residenti, e sono sopraggiunti i soccorsi del 118 e la Polizia stradale per i rilievi. La piccola è stata accompagnata all’ospedale: si trova tutt’ora in osservazione presso il Pronto Soccorso e riporta una frattura all’osso frontale e ad una vertebra. Presto verrà trasferita in reparto per proseguire l’osservazione.

Gli agenti hanno mantenuto anche l’ordine: è stato proprio il padre, assieme ad altri testimoni, a identificare il conducente ubriaco. Quest’ultimo, in forte stato di agitazione, è finito all’ospedale di Senigallia dove è stato accertato lo stato di alterazione psicofisica dovuta all’alcol: oltre 1,5 g/l il tasso alcolemico del sangue. Per questo motivo è stato arrestato dagli agenti.

Inoltre il conducente ubriaco guidava senza patente: è quindi stato sanzionato amministrativamente ma la stessa sorte ha subito il proprietario del veicolo, un residente a Serra de’ Conti di origini indiane che aveva prestato l’auto ai quattro stranieri, ospiti del locale punto di accoglienza, in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato.