Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

«Con la scomparsa di Giuliano oggi siamo tutti più poveri»

Dai sindaci di Senigallia Maurizio Mangialardi, di Mondolfo Nicola Barbieri e di Trecastelli Marco Sebastianelli il cordoglio per la scomparsa dell'imprenditore e creativo De Minicis che aveva, tra l'altro, realizzato loghi, immagini e progetti nei tre comuni dove viveva e lavorava

Giuliano De Minicis nel ritratto di Daniel Salvador Patti, per gentile concessione dell'autore
Giuliano De Minicis nel ritratto di Daniel Salvador Patti, per gentile concessione dell'autore

SENIGALLIA – Anche dalle istituzioni locali, oltre che dai tanti amici e collaboratori, arriva il cordoglio alla notizia della scomparsa di Giuliano De Minicis. In particolare, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e i colleghi di Mondolfo Nicola Barbieri e di Trecastelli Marco Sebastianelli hanno voluto tracciare un ricordo del celebre designer, morto all’età di 65 anni per un improvviso malore.

De Minicis collaborava da anni con entrambe le amministrazioni comunali: una collaborazione che si concretizzava in molteplici progetti di carattere culturale e solidale. Proprio su questo punto è voluto intervenire il primo cittadino della spiaggia di velluto, ancora sconcertato per la notizia: «Non è una frase di circostanza dire che con la scomparsa di Giuliano oggi siamo tutti più poveri. Giuliano lascia un vuoto incolmabile: oltre a essere molto apprezzato per la sua attività professionale, era conosciuto per l’infaticabile impegno a favore di una miriade di progetti di solidarietà, che lo avevano spesso portato a essere il fulcro di un’ampia rete di imprenditori e mecenati. Tra le sue ultime iniziative non possiamo dimenticare quella per la ricostruzione della scuola di Pieve Torina, gravemente danneggiata dal sisma del 2016. Con Giuliano, dunque, perdiamo un uomo buono e sensibile, che nonostante la genialità delle sue idee, con il suo caloroso sorriso e i suoi modi affabili sapeva sempre ascoltare e confrontarsi in maniera intelligente con chi aveva di fronte. Ci mancherà Giuliano, mancherà ai suoi cari, a cui a nome mio e di tutta l’Amministrazione comunale esprimo le più sentite condoglianze, mancherà a tutti coloro che gli hanno voluto bene, e sono tantissimi perché non si poteva non provare affetto per una persona così speciale. E mancherà a me – conclude Mangialardi – che oltre a una profonda amicizia, mi legava a lui anche un rapporto di bella e proficua collaborazione. Di una cosa siamo certi, il nome e l’opera di Giuliano non saranno dimenticati dalla nostra città».

«Ciao Giuliano». Esordisce così l’amministrazione comunale di Mondolfo, profondamente addolorata e incredula per la perdita di Giuliano De Minicis. Il noto designer, art director, ideatore di eventi e premi internazionali, era «per la nostra comunità innanzitutto un amico, un uomo di cultura, una grande risorsa umana che abbiamo avuto la fortuna di apprezzare come professionista ed anche come concittadino. Abitava a Marotta. Giuliano ha sempre messo a disposizione del nostro Comune, che amava profondamente, la sua genialità, le sue idee ed il suo impegno nel sociale e nel volontariato. È dalla sua sensibilità e creatività che è nato il nostro logo turistico “Marotta Mondolfo: due vacanze in una”. Ideatore di tanti eventi e di progetti formativi di spessore, ci ha lasciato in eredità il premio nazionale “Il Coraggio delle donne” e la creazione dell’immagine della “Città de il Mare d’inverno”».

Anche il sindaco, Nicola Barbieri, ha voluto tracciarne un ricordo: «In questi anni abbiamo condiviso tante cose insieme. È stato un grande amico, una persona speciale, sempre disponibile e pronto ad aiutare chi aveva bisogno. Un uomo di grande sensibilità e cultura. Era sempre un passo avanti agli altri. Mancheranno a tutti le sue idee e l’amore che aveva per il suo territorio. Lascia un vuoto incolmabile. A nome dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità ci stringiamo attorno alla famiglia in questo momento di forte dolore».

Anche il sindaco Marco Sebastianelli e l’amministrazione comunale di Trecastelli esprimono il loro «profondo cordoglio per la scomparsa di Giuliano De Minicis e la propria vicinanza ai familiari. Una grande perdita per il mondo della cultura e della creatività, a cui De Minicis, direttore artistico e fondatore di Dmp Concept, si dedicava da sempre. Con una grande esperienza, apprezzata a livello nazionale, di comunicazione, grafica e organizzazione di prestigiosi eventi culturali, De Minicis lascia un segno indelebile anche nella città di Trecastelli, per la quale ideava e realizzava con la sua fervida creatività importanti progetti grafici di eventi e manifestazioni.

«Ho appreso con profondo dolore e costernazione l’improvvisa scomparsa di Giuliano De Minicis – ha dichiarato Sebastianelli – Collaboratore esemplare del nostro comune, De Minicis è stato per noi un punto di riferimento importante e lascia un vuoto incolmabile. Ci tengo a porgere alla famiglia le più sentite condoglianze mie personali e di tutta la cittadinanza di Trecastelli». L’assessore alla cultura di Trecastelli Liana Baci ha dichiarato di perdere «un amico, un uomo che sapeva modellare le idee con il suo lavoro, un uomo la cui umanità arrivava dritta al cuore; perdiamo un professionista, un artista che riusciva a plasmare pezzi unici attingendo alle infinite risorse del suo ricco ed esclusivo mondo
creativo».