Senigallia

La Cna plaude ai controlli in spiaggia contro il commercio abusivo

Il segretario Mugianesi: «Siamo contenti delle attività di monitoraggio e sequestro. Ogni anno siamo di fronte a una concorrenza sleale che penalizza i tanti commercianti rispettosi delle norme e che pagano le tasse»

SENIGALLIA – La notizia del blitz delle forze dell’ordine in spiaggia, a Senigallia, per contrastare il fenomeno del commercio abusivo, ha reso contenti diversi soggetti, tra cui le associazioni di categoria. Tra queste la Cna senigalliese che si è dichiarata soddisfatta dell’esito dell’operazione.

I controlli sull’arenile – il primo di una serie di interventi che durerà fino a settembre – hanno portato lo scorso 1° luglio a elevare 20mila euro di multe nei confronti di quattro cittadini del Bangladesh e di sequestrare beni per 13mila euro: non si trattava di merce contraffatta ma di mancate autorizzazioni al commercio ambulante sulla spiaggia di Senigallia. Nei giorni successivi, mercoledì 3 luglio, gli agenti della polizia municipale hanno effettuato un’altra operazione di controllo sulle spiagge, ed è stato sequestrato un ingente quantitativo di merce, oltre 1200 oggetti.

«Siamo contenti delle attività di monitoraggio e sequestro – spiega il segretario della Cna di Senigallia Giacomo Mugianesi – messo in campo dalle forze dell’ordine. Ogni anno siamo di fronte a una concorrenza sleale che penalizza i tanti commercianti rispettosi delle norme e che pagano le tasse. Una così attenta azione di controllo – conclude la Cna – può solo aiutare a migliorare l’immagine di una città turistica, che ha molto da offrire anche nel settore del commercio».

Ti potrebbero interessare

Alto Impatto, ad Ancona controllate 112 persone

Il servizio si è svolto questa mattina e si è concluso poco fa, è stato operato dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia unitamente agli operatori della Questura dorica ed ha interessato il Piano, gli Archi, la Stazione