Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Dai clown “Ciofega” di Senigallia il ringraziamento agli operatori sanitari

Dai volontari che operano negli ospedali di Senigallia, Pesaro e Salesi di Ancona, un video per esprimere vicinanza a chi in questo periodo ha dato il massimo. E una donazione per aiutare a far fronte all'amergenza coronavirus

I clown di corsia dell’associazione di volontariato Vip Claun Ciofega Senigallia Odv
I clown di corsia dell’associazione di volontariato Vip Claun Ciofega Senigallia Odv

SENIGALLIA – Essere vicini anche nel periodo della distanza. Con due gesti, uno simbolico l’altro decisamente concreto i clown di corsia dell’associazione di volontariato Vip Claun Ciofega Senigallia Odv hanno voluto dimostrare la propria vicinanza a tutto il personale medico, infermieristico e a tutti gli operatori del settore sanitario.

I clown “Ciofega”, attivi da oltre 15 anni negli ospedali di Senigallia, Pesaro e Salesi di Ancona, hanno postato sui canali social di facebook e instagram un video messaggio di ringraziamento verso coloro che in questi ultimi mesi hanno dovuto dare il massimo e anche di più per fronteggiare l’emergenza coronavirus, ancora in atto. Oltre 11 mila le visualizzazioni a cui sono seguiti numerosi messaggi di ringraziamento da parte degli stessi operatori sanitari e da tanti cittadini per il bel gesto.

A cui se ne accompagna un altro ancora più concreto: in attesa di poter tornare a svolgere i “servizi clown” e di realizzare altri video tra favole, magie e laboratori, il consiglio direttivo dell’associazione Vip Claun Ciofega ha deciso fin da subito con il sostegno di tutti i volontari di contribuire economicamente a sostenere le aree vaste 1 e 2, presso le strutture nelle quali l’associazione presta servizio, con una donazione di 5 mila euro.
Una donazione resa possibile grazie alle tante persone vicine a Vip claun Ciofega Senigallia odv che ogni anno attraverso il 5×1000, le donazioni liberali o le bomboniere solidali manifestano l’affetto e la stima per le attività svolte oltre che negli ospedali, nelle case di riposo e nelle scuole da parte dell’associazione.