Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Cestini in spiaggia a Senigallia per chi passeggia con il cane

L'iniziativa è stata salutata con favore sia dai proprietari degli animali sia dagli utenti che si trovano a disagio con i rifiuti abbandonati ovunque

I cestini per gettare gli escrementi del cane e non abbandonarli in spiaggia
I cestini per gettare gli escrementi del cane e non abbandonarli in spiaggia

SENIGALLIA – Ora non si potrà più usare la scusa dei cestini mancanti. Sì, perché effettivamente il loro scarso numero è un alibi per molti che d’inverno abbandonano rifiuti di qualsiasi genere in spiaggia, nonostante i cestini siano posizionati sul marciapiedi a qualche decina di metri di distanza. Ora però, con l’ultima iniziativa dell’amministrazione comunale, questa scusa non regge più.

Un passo avanti nella direzione della civiltà. Ormai è consolidato che abbandonare i rifiuti, soprattutto gli escrementi degli animali, sia un gesto incivile, ma la consapevolezza a volte non basta. E allora spesso si interviene con la repressione: scattano (di rado, purtroppo) le sanzioni per chi getta o abbandona sulla spiaggia di velluto mozziconi, cartacce, bottiglie o i ricordini degli amici a quattro zampe.

I cestini per gettare gli escrementi del cane e non abbandonarli in spiaggia
I cestini per gettare gli escrementi del cane e non abbandonarli in spiaggia

Ma quando anche questo non funziona, è l’ora di passare all’incentivo: e così sulla sabbia sono stati piantati alcuni pali e cestini con tanto di bandierina per segnalare che laggiù c’è la possibilità di conferire adeguatamente il sacchetto con gli escrementi del nostro amico peloso.

L’amministrazione comunale – in particolare l’ufficio porto in collaborazione con l’ufficio ambiente – ha deciso di installare quattro cestini sulla spiaggia nord del lungomare Mameli (Marina vecchia per i più tradizionalisti) e altri quattro a sud del porto, fino al Ciarnin. Non tanti per la verità (ma sono solo i primi otto, altri ne seguiranno), ma è il segnale che essere civili si può e si deve. E non è nemmeno difficile.