Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Il centrodestra prova a compattarsi in vista delle elezioni a Senigallia

Nuova linfa in vista delle elezioni comunali di maggio 2020. Grande escluso è il partito di Giorgia Meloni Fratelli d'Italia, nonostante i molteplici appelli all'unità

SENIGALLIA – Una nuova coalizione di centrodestra, non uniforme a quanto sta avvenendo invece nel panorama nazionale e regionale, si sta delineando a Senigallia in vista delle prossime elezioni comunali di maggio 2020. Per ribaltare il governo di centrosinistra si sono messi a correre insieme Lega, Forza Italia, Unione Civica e La Civica. Grande escluso è il partito di Meloni Fratelli d’Italia, nonostante i suoi molteplici appelli al dialogo.

«Mai come nella prossima tornata elettorale Senigallia potrebbe davvero cambiare volto e passare ad una pagina diversa. Per questo motivo, le forze civiche e politiche che hanno, fino ad oggi, rappresentato l’opposizione cittadina avvertono, insieme a tanti cittadini, l’esigenza di unità e comunione di intenti. Superando le ragioni che, in passato, avevano creato incomprensioni e divisioni – spiegano dal centrodestra – quattro forze politiche di primo piano alternative al sistema cittadino Pd-Sinistra radicale, per la prima volta da decenni, si sono ritrovate e coalizzate per offrire alla città una alternativa credibile di governo».

«Lega, Forza Italia, Unione Civica, e la lista La Civica si presentano alla Città insieme con un unico candidato a sindaco, che dovrà essere indicato di comune accordo e che dovrà essere il garante di un progetto di totale rinnovamento amministrativo con un deciso cambio di rotta sulle strategie amministrative fondamentali (imposizione fiscale, urbanistica, lavori pubblici, sicurezza, sanità …) . Un progetto di grande respiro con una coalizione, aperta a chi non si ritrova nell’attuale sistema di potere cittadino, che nelle prossime settimane dovrà ulteriormente rafforzarsi per proporre una guida autorevole, discontinua, trasparente per la nostra città».