La riqualificazione dell’ex Agostinelli a Marzocca prende forma

Presentato il progetto per l’area industriale a sud della città: 100 appartamenti, un supermercato e un centro di quartiere, oltre a verde pubblico, tanta innovazione tecnologica e sistemi antisismici

Presentato il progetto di riqualificazione urbana dell’area ex Agostinelli, a Marzocca di Senigallia
Presentato il progetto di riqualificazione urbana dell’area ex Agostinelli, a Marzocca di Senigallia

SENIGALLIA – Avviati i lavori di riqualificazione urbana dell’area ex Agostinelli, a Marzocca, nella zona sud della città. Una zona da anni in degrado per la quale è arrivato alle fasi conclusive un accordo partito ben 12 anni fa e ora sottoscritto dalla cooperativa “Modulo Casa”, dal Comune e dalla Provincia di Ancona.

Il progetto – per un investimento complessivo di fondi privati di 14,5 milioni di euro – prevede un centinaio di alloggi di varie metrature e personalizzabili, lo spazio per un centro di quartiere e un supermercato, parcheggi e varie opere pubbliche per 1,5 mln €. Oltre all’allargamento di strada della Marina, sarà realizzata una rotatoria per l’ingresso e l’uscita dall’innovativo quartiere all’incrocio con via della Resistenza; e poi sottoservizi, verde pubblico, orti urbani e percorsi ciclabili per rendere il tutto a misura d’uomo.

Una zona dal passato industriale che viene riqualificata. Sarà rigenerata in chiave residenziale e commerciale, sia per fare da collante tra una porzione a nord più residenziale e una più a sud di stampo industriale, sia per dare ulteriori risposte abitative e di servizi a una frazione che già conta (con Montignano) circa 6.500 residenti. Proprio in questa direzione va il primo stralcio del progetto appena avviato, per consentire il trasferimento del supermercato del quartiere e la realizzazione di quegli spazi comuni che dovrebbero restituire ai cittadini e ai futuri residenti il senso di comunità, oggi messo un po’ in disparte.

L'arch. Sergio Agostinelli
L’arch. Sergio Agostinelli

L’abitabilità è al centro del progetto non solo attraverso importanti innovazioni tecnologiche per ridurre consumi energetici e quindi i costi, ma anche (per quanto riguarda la regione) con un nuovo sistema antisismico: «tramite l’installazione di isolatori sismici – come riferiscono l’arch. Sergio Agostinelli e l’ing. Michele Agostinelli – tutti gli edifici saranno in grado di resistere alle scosse di terremoto anche di notevole intensità, come già avviene in Giappone o negli Stati Uniti».

La metratura e il costo degli appartamenti varierà di molto in base alle scelte dei futuri residenti: tutti saranno predisposti per la domotica e consentiranno quindi di lavorare da casa, ma saranno realizzati secondo le particolari esigenze abitative. Partiranno da 38/40 metri quadri, in deroga al minimo previsto di 52 mq che la stessa amministrazione aveva approvato alcuni anni fa proprio per evitare il diffondersi di mini appartamenti adatti solo a finalità turistiche.

Maurizio Memè e Maurizio Mangialardi
Maurizio Memè e Maurizio Mangialardi

«L’operazione punta a riqualificare una porzione in degrado anziché consumare nuovo suolo e risponde – ha spiegato il sindaco Maurizio Mangialardi – alle mutate esigenze abitative. Il quadro è cambiato da alcuni anni a questa parte, siamo praticamente in un’altra era rispetto a quando dovevamo tutelarci dagli speculatori: oggi dobbiamo ragionare e proporre cambiamenti anche in funzione del mercato, cosa non strana se pensiamo che di fatto è l’unico comparto avviato in un periodo ancora di forte crisi per il settore. E’ come se fossimo ancora in guerra».

Gli architetti e ingegneri del progetto a Marzocca. Da sinistra: Michele Agostinelli, Sergio Agostinelli, Francesco Balducci, Franco Balducci e Stefano Ciacci
Gli architetti e ingegneri del progetto a Marzocca. Da sinistra: Michele Agostinelli, Sergio Agostinelli, Francesco Balducci, Franco Balducci e Stefano Ciacci

Tra le altre novità previste nel progetto – che procederà per step in base alle prenotazioni e vendite degli alloggi – ci sono poi altri aspetti importanti: il nuovo quartiere sarà ecosostenibile e smart, caratterizzato da impianti di videocontrollo, colonnine per la ricarica delle auto elettriche, sistemi di recupero delle acque piovane, coperture verdi, orti urbani e terrazze condominiali attrezzate per il tempo libero. In base alle nuove forme di gestione e condivisione degli spazi pubblici, saranno però affidate agli utilizzatori finali anche la manutenzione ordinaria e straordinaria di strade, parcheggi e verde. «Un’innovativa formula gestionale – spiegano il sindaco Mangialardi, l’assessore all’urbanistica Maurizio Memè e l’architetto comunale Stefano Ciacci – che permetterà una sensibile riduzione dei costi a carico dell’amministrazione comunale e una maggiore responsabilizzazione dei cittadini nella gestione dei servizi».

Presentato il progetto di riqualificazione urbana dell’area ex Agostinelli, a Marzocca di Senigallia
Presentato il progetto di riqualificazione urbana dell’area ex Agostinelli, a Marzocca di Senigallia