Violazioni al codice della strada e mancate revisioni, 1500 euro di multe a Senigallia in 6 ore

I Carabinieri hanno effettuato controlli a ampio raggio per arginare il fenomeno dello spaccio di droga e i comportamenti non corretti alla guida: nel mirino le zone frequentate dai giovani

I controlli dei Carabinieri a Senigallia
I controlli dei Carabinieri a Senigallia

SENIGALLIA – Ieri dalle 10 alle 16 i carabinieri sono stati impiegati in una serie di controlli per contrastare il fenomeno della detenzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani. Attenzionate alcune zone del centro storico, ma anche il Campus Scolastico ed il luna park temporaneo. Durante le attività svolte sono state identificate e controllate 25 persone e 8 veicoli, e sono state elevate tre contravvenzioni al codice della strada, per un ammontare complessivo di circa 700 euro.

Durante l’attività sono stati impiegate 7 autovetture e 14 militari, con una unità cinofila. Il primo controllo presso il luna park è stato svolto insieme al personale della polizia locale di Senigallia, e ha consentito di controllare e identificare 16 veicoli, leggeri e pesanti, e 32 persone. Per quanto attiene i veicoli, sono state controllate le targhe, i telai e i documenti, e sono emerse alcune irregolarità riferite a 2 mezzi pesanti, con i relativi 2 rimorchi, di proprietà di tre soggetti. E’ stata accertata la mancanza di alcuni documenti relativi ai mezzi e di alcuni documenti di guida. Inoltre è emerso che per i due rimorchi non era stata effettuata la prevista revisione, motivo per cui sono state elevate altre due contravvenzioni per l’art. 80. Infine è stato accertato il mancato passaggio di proprietà della motrice di un camion. Per tutte le irregolarità riscontrate sono state elevate 8 contravvenzioni, per un ammontare complessivo di circa 800 euro.

All’interno del luna park, dove erano in corso le attività di rimozione delle giostre, non sono state riscontrate altre irregolarità. In seguito i militari si sono recati presso il campus scolastico che ospita alcuni istituti superiori, e hanno controllato gli studenti all’uscita da scuola. Successivamente si sono spostati nei luoghi di spaccio nel centro storico, presso la Stazione Ferroviaria, il Foro Annonario, la Rocca Roveresca, i parchi, e il centro commerciale il Maestrale.