Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Cantieri Meticci, al via una nuova stagione con i laboratori teatrali per migranti, rifugiati e italiani

Il linguaggio teatrale è quanto di più utile esista per superare le differenze che nascono dal mancato incontro tra persone provenienti da diversi paesi e con un diverso passato

I laboratori teatrali dei Cantieri Meticci
I laboratori teatrali dei Cantieri Meticci

SENIGALLIA – Mancano meno di due settimane ai nuovi laboratori teatrali dei Cantieri Meticci, il progetto che propone percorsi teatrali per migranti, rifugiati e italiani, mettendo in comune la passione per il teatro e il desiderio di condividere un’esperienza originale

Dopo l’avvio nel bolognese, dove il progetto Cantieri Meticci è nato per poi essere esportato in molte città italiane ed europee, e un’edizione senigalliese, il Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) del Comune di Senigallia e dell’Ambito territoriale sociale n. 8 è da tempo al lavoro per l’organizzazione di una nuova annualità di corsi teatrali, a cui si è affiancata la partecipazione e promozione della Scuola di pace V.Buccelletti.

“Siamo pazzi, amanti, poeti, abitatori di sogni e di fantasia – scrivono gli ideatori dei Cantieri Meticci – ma crediamo davvero che il teatro e l’incontro siano strumenti per scrivere insieme una storia diversa nelle vene della nostra città.”

Quello che si terrà a Senigallia non saranno solo esperienze teatrali per acquisire gli strumenti di base della recitazione e dell’espressione scenica grazie alla presenza di attori e formatori; saranno soprattutto occasioni di incontro e di scambio con persone di età, provenienze geografiche ed esperienze di vita diverse.
Scambi che produrranno, alla fine del ciclo, uno spettacolo unico e originale. Chi ha partecipato lo scorso anno assicura divertimento, nuove conoscenze e soprattutto un grande arricchimento culturale e interiore, da parte degli stranieri e da parte degli italiani. Sono perfetti per chi voglia mettersi in gioco attraverso la pratica di teatro, ma anche semplicemente attraverso il racconto di storie, il ballo, la risata: da tutto questo nasce qualcosa di unico, un incontro fuori dal comune che utilizza un linguaggio comune che supera le differenze senza eliminarle.

I laboratori si terranno nei locali del rinnovato Centro di solidarietà in piazza della Vittoria a Senigallia, sono totalmente gratuiti, aperti a tutti da 16 anni in su e in orario pomeridiano (dalle 14 alle 18). Primo incontro sabato 11 novembre, a seguire 25 novembre, 16 dicembre, 13 e 27 gennaio, 10 febbraio, 17 e 24 marzo, 7 e 14 aprile, infine 15 aprile con l’evento finale.
Per informazioni e iscrizioni 071/60274 oppure fo.sprar@caritassenigallia.com