Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

La cantante senigalliese Vanessa Chiappa al Sanremo Music Awards in Uzbekistan

Il format che promuove la musica e lo stile italiani nel mondo consentendo ad alcuni artisti di esibirsi di fronte alle platee di altri Paesi, vola a Tashkent dal 10 al 12 giugno

Vanessa Chiappa

Il Sanremo Music Awards, il format che promuove la musica e lo stile italiani nel mondo consentendo ad alcuni artisti di esibirsi di fronte alle platee di altri Paesi, vola a Tashkent, la capitale dell’Uzbekistan, lungo la storica “Via della Seta”, spostandosi anche a Samarcanda per servizi fotografici e performance  musicali nei luoghi storici considerati sacri per le popolazioni che da secoli percorrono questa via commerciale che porta in Cina. La manifestazione del patron marchigiano Nicola Convertino a novembre sarà anche a Cuba, ma prima vola a Tashkent City, nel centro della capitale del Paese dell’Asia centrale, dal 10, 11 e 12 giugno. Per l’occasione, e grazie alla collaborazione del Governo dell’Uzbekistan, il Sanremo Music awards diventa anche Fashion Show, una tre giorni di musica e di alta moda che sarà messa in onda sulla televisione nazionale uzbeka.

Tra gli artisti che si esibiranno, ci sarà anche la cantante Vanessa Chiappa di Senigallia, nata da padre italiano e madre americana. La giovane cantante vanta un’esperienza canora estremamente eterogenea, dal pop al rock e quindi al musical. Ha lavorato come solista e come corista con alcuni dei maggiori professionisti italiani ed internazionali, sia in Italia che all’estero. Nel 2019 si è esibita a New York in mondovisione su Rai Italia, al festival della Canzone Italiana,  mentre nell’agosto 2020 ha cantato a Sanremo con l’Orchestra sinfonica della città, in uno spettacolo interamente dedicato a Mia Martini.

Giovedì 10 e venerdì 11 artisti italiani, uzbeki e russi si esibiranno accompagnati dall’orchestra nazionale dell’Uzbekistan, composta da 60 elementi. Oltre a Vanessa Chiappa, si esibiranno Tatiana Previati, soprano con un ricco repertorio che spazia dalle più celebri arie dell’opera alle più famose colonne sonore del cinema italiano; il francese Fabrice Pascal Quagliotti, leader dei Rockets, che ora ha intrapreso una carriera da solista; Cecilia Herrera,  cantante, attrice, performer e autrice di spettacoli, è in giro dal 2017 con uno spettacolo sul tango argentino; Sara Scognamiglio che dopo aver partecipato a numerosi concorsi canori nel 2013 vince il Sanremo Music Awards, aggiudicandosi, come rappresentate dell’Italia, la finale al contest internazionale in Russia “Humor Festival”, e ha aperto numerosi concerti, come quelli di Anastacia, di Sarah Jane Morris e Dear Jack. Sabato 12 giugno il programma si arricchisce con la sfilata di moda di stilisti italiani, tra cui il romano Renato Balestra, e, per la prima volta, sfilerà anche la collezione moda di Nicola Convertino.   

Tashkent city in Uzbekistan

«Sono contento di ritornare a Tashkent, dopo questa terribile pandemia – sottolinea soddisfatto l’organizzatore del Sanremo Music Awards  – in precedenza ricordo qui il grande concerto di Tony Esposito che grazie al suo eclettismo non ha avuto problemi ad utilizzare strumenti a percussioni tipici dell’Asia. In questo momento di stagnazione oltre alla musica stiamo portando anche l’alta moda italiana. A Tashkent hanno aperto tre nuovi centri commerciali che sono molto interessati all’italian style e sperano di poter ospitare la moda italiana. Mi piacerebbe aprire un canale privilegiato per le aziende di moda marchigiane. Non bisogna dimenticare che Tashkent, la capitale dell’Uzbekistan, oltre a essere il maggior centro economico e culturale dello stato  è in grande movimento e fermento economico.  E il masterplan di Tashkent City, dove si svolgerà lo spettacolo,  è pronto a svilupparsi, infatti, un complesso architettonico che incorporerà le ultime tendenze nell’architettura mondiale e l’applicazione di tecnologie intelligenti ecocompatibili e a risparmio energetico».