Senigallia

Cani in spiaggia, Senigallia sempre più dog friendly

Il consiglio comunale ha approvato una proposta per estendere le possibilità di accesso degli animali sull'arenile, anche se con forti limitazioni per questioni di sicurezza e decoro. Ecco come cambiano le norme

cani, animali, spiaggia, arenile, sabbia, vacanze, mare
Foto di Bruno da Pixabay

SENIGALLIA – Altre due porzioni di spiaggia a nord e sud di Senigallia permetteranno l’accesso dei cani sull’arenile, mentre altri stabilimenti balneari consentiranno agli amici a quattro zampe di stare al mare col proprietario anche se non potranno farvi il bagno. Lo ha deciso il consiglio comunale, la cui ultima seduta ha visto l’approvazione di una proposta della maggioranza consiliare che ha esteso di fatto le possibilità per i quadrupedi di passare le vacanze al mare a Senigallia.

«Fino ad oggi il loro accesso era consentito solo in spiagge date concessione ai privati autorizzati – spiegano dall’amministrazione comunale – mentre da oggi sarà possibile portarli anche nelle due zone libere individuate dal Comune, una a Marzocca ed una a Cesano. Sarà possibile accedere nell’arenile di queste due zone  con il proprio cane al guinzaglio, ma solo nelle zone individuate, nelle fasce orarie 6/8 e 19:30/21:30».

Il tratto in zona Cesano si sviluppa in una lunghezza di circa 600 metri ed è compreso tra i varchi di accesso alla spiaggia situati in via Strada Sesta – Cesano, tra il civico 22 (altezza pista ciclabile su sabbia) e il civico 64 (a cento metri dallo stabilimento Bagni n° 4). In corrispondenza al tratto di spiaggia destinata al rimessaggio barche, l’accesso con il proprio cane è consentito unicamente nella fascia di libero transito di cinque metri dalla linea della battigia. 

A Marzocca il tratto dove sarà consentito portare il proprio cane si sviluppa invece in una lunghezza di circa 300 metri ed è compreso tra i varchi di spiaggia situati in via Lungomare Italia – Marzocca, tra il civico 108 (circa 20 metri a sud della spiaggia dedicata al Kite Surf) e il civico 131 (a circa 50 mt a nord dal confine con il Comune di Montemarciano). 

Dato che l’utilizzo di queste aree è consentito solo in alcune fasce orarie – ricordiamo 6/8 e 19:30/21:30 – saranno sorvegliate, nelle ore prestabilite, da degli ausiliari che avranno il compito di verificare che vengano mantenuti decoro e igiene. Ovviamente sono previste sanzioni per chi non osserva le regole: varranno le norme di tutela dei beni pubblici marittimi  (regolate dall’art 1164 codice della navigazione), in base alle quali si prevede una multa da 100 a 1000 euro. 

Soddisfatta l’amministrazione comunale: per bocca dell’assessora all’ambiente Elena Campagnolo ha parlato di passaggio «da una città dog friendly sulla carta a una città dog friendly di fatto». L’amministrazione ha anche annunciato di voler ampliare il numero di aree di sgambatura dove i cani possono stare senza guinzaglio, nei limiti della convivenza pacifica anche tra animali: passeranno dalle tre attuali a sei, anche se non è stato specificato dove verranno inserite.

Per quanto riguarda invece le concessioni balneari che potranno ospitare i cani, oltre ai due stabilimenti attrezzati già presenti, se ne aggiungono altri sedici autorizzati dalla giunta: potranno far accedere gli amici a quattro zampe sull’arenile, senza però poter circolare all’interno dello stabilimento come invece accade nelle due concessioni attrezzate.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Ti potrebbero interessare