Caduta improvvisa di alberi, nuovo intervento

Altre piante sono state abbattute a Senigallia perché in condizioni critiche. L'intervento è stato effettuato dal Comune, dopo attenti controlli ed anche su sollecito di alcuni cittadini

alberi abbattuti

SENIGALLIA- Nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale ha proceduto all’abbattimento di quattro pini radicati in via XXIV maggio a Marzocca. Il provvedimento si è reso necessario per il rischio di caduta improvvisa, come sottolineato dalla relazione agronomica redatta dal professor Alberto Minelli dell’Università di Bologna, e quindi con grave rischio per l’incolumità di pedoni e automobilisti.

Le piante, anche su sollecito di alcuni cittadini residenti, erano state poste sotto monitoraggio ciclico nella scorsa primavera per valutare al meglio le loro condizioni fitosanitarie. Poi, a settembre, l’immediato sopralluogo eseguito dopo la caduta di uno dei cinque alberi che componevano il piccolo filare aveva evidenziato le critiche condizioni fitosanitarie e meccaniche anche degli altri quattro dalla messa a dimora su un tornello di dimensioni inadeguate per il loro corretto sviluppo.
Infatti, il sesto troppo ravvicinato e inappropriato per le dimensioni raggiunte dalle piante aveva portato a una sovrapposizione delle chiome, creando un sistema che poteva definirsi in equilibrio. Equilibrio venuto però a mancare proprio con la citata perdita di un esemplare avvenuta a settembre, che aveva posto in stato di precarietà l’intero filare. Ovviamente gli alberi rimossi saranno rimpiazzati da altre essenze e, già a gennaio, è previsto l’avvio dei lavori per il ripristino del marciapiede.
Va inoltre segnalato che, sempre nei giorni scorsi, per le stesse ragioni e con analoga procedura, sono stati rimossi dieci aceri in via Gorizia.