Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Blitz a ripetizione dei ladri: furti a Trecastelli, tentativi anche a Senigallia e Serra de’ Conti: «Non si può vivere così»

Il modus è quasi sempre il medesimo: i ladri dopo, dopo aver studiato le abitudini delle loro vittime, aspettano che queste si allontanino di casa per poi entrare in azione alla ricerca di contanti e preziosi

I carabinieri in via Astagno ad Ancona

TRECASTELLI – I ladri imperversano nella Valmisa. Tanti i blitz tentati nell’ultimo weekend. Il modus è quasi sempre il medesimo: i ladri dopo, dopo aver studiato le abitudini delle loro vittime, aspettano che queste si allontanino di casa per poi entrare in azione.

Un tentativo andato a vuoto è stato segnalato a Serra de’ Conti in via S. Paterniano. In questo caso i furfanti non sarebbero però riusciti nel loro intento in quanto i proprietari, a causa di una dimenticanza, avevano fatto ritorno a casa prima del previsto. I balordi, probabilmente colti di sorpresa, per verificare l’effettiva presenza degli inquilini hanno suonato il citofono. Avendo avuto conferma che non era possibile entrare in azione si sono dileguati velocemente a bordo di una station wagon scura.

Meno fortunati alcuni abitanti di Trecastelli che, nella notte a cavallo tra sabato e domenica, sono stati vittime del terzo furto in una settimana. A finire nelle mire dei ladri sono state le abitazioni di Via Rocchetta, una via dove sono presenti poche case e tutti si conoscono bene. Ad essere derubato è stato un pensionato che vive da solo. L’uomo si era allontanato per qualche ora; al suo ritorno l’amara scoperta: la casa era a soqquadro. Non ingente il bottino che comunque è ancora in fase di definizione. Il sabato precedente era toccato ad altre due abitazioni vicine. Dell’accaduto sono stati informati i Carabinieri.

«Non si può vivere così – riferisce una residente del Comune – solidarietà per i residenti di via Rocchetta: non si vive tranquilli; ogni volta che si esce si rientra a casa con il cuore in gola sperando di non scoprire brutte sorprese. Servirebbe una presenza più massiccia delle forze dell’ordine ma ci rendiamo conto che coprire tutto il territorio non è affatto facile».

Presenze anomale sono state segnalate anche nei quartieri Vivere Verde e Ciarnin di Senigallia. Ad insospettire i residenti sarebbero state alcune vetture che transitavano con passo lento, quasi a voler perlustrare i quartieri. Gli occupanti delle auto, appena si sono resi conti di essere osservati da alcuni abitanti dai balconi, si sarebbero dileguati velocemente.