Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Beatrice Brignone (LeU) analizza il risultato delle elezioni: «Sinistra troppo distante dai cittadini»

L'ex deputata candidata per Liberi e Uguali interviene sull'esito elettorale: il centrosinistra è stato visto come causa dei problemi e non come la soluzione. «Ora serve riflessione profonda»

Al centro l’on. Beatrice Brignone

SENIGALLIA – «Noi ce l’abbiamo messa tutta ma non è bastato. È evidente che c’è malcontento della società a cui le forze di sinistra non hanno saputo rispondere. Anzi – spiega Beatrice Brignone – tutta la sinistra è stata vista come una delle componenti dei problemi dell’Italia e non come una possibile soluzione».

Queste le parole con cui l’ex deputata di Possibile, non confermata alle elezioni del 4 marzo con la lista Liberi e Uguali, analizza il risultato uscito dalle urne.

«Qualche dato positivo c’è – continua Brignone – perché nella mia città, Senigallia, i voti presi sono in percentuale il doppio del dato nazionale, e ciò mi riempie di soddisfazione per due motivi: innanzitutto perché è segno che la fiducia in me non è calata e poi perché vuol dire che il contatto con il territorio che avevamo cercato costantemente anche prima delle elezioni è la strada giusta da perseguire nel prossimo futuro».

Ora si riparte, senza lasciare quanto di buono fatto finora. «A parte una piccola pausa per riprendere fiato, la prima mossa da fare secondo me è una riflessione collettiva molto profonda: dobbiamo capire perché la sinistra, con tutte le sue forze politiche ed elettorali, non sia stata evidentemente abbastanza vicina alle persone e alle loro problematiche. Da qui bisogna ripartire, già dalla settimana prossima, per ripensare la sinistra».