Playoff serie B: che Batosta per la Pallacanestro Senigallia a Salerno

Biancorossi battuti nettamente dalla Virtus Arechi che si conferma una delle formazioni più forti della serie B. Gara 2 al Palapanzini, dove servirà davvero mettercela tutta

Il canestro di Pierantoni per la Pallacanestro Senigallia
Il canestro di Pierantoni per la Pallacanestro Senigallia

SALERNO – Batosta importante quella rimediata dalla Pallacanestro Senigallia nella prima sfida dei playoff in casa della Virtus Arechi Salerno. Il match di gara 1 ha visto infatti i padroni di casa dominare il parquet e uscire dal campo con il risultato di 80 a 56.

Parte bene la Pallacanestro Senigallia portandosi subito in vantaggio anche se di pochi punti grazie a Tortù e Pierantoni: 4-8 al quarto minuto. Una tripla di Leggio riporta a contatto i padroni di casa che poi subiscono Paparella e ancora Tortù per l’11-13 del 7′. Prima Sorrentino poi Leggio però ristabiliscono il vantaggio casalingo e il primo periodo si chiude 18-15.

Al rientro Salerno parte forte ma la Pallacanestro Senigallia non demorde e rimane sotto di massimo 4 punti fino al pareggio sul 34-34. Poi a pochi secondi dalla sirena Sanna infila la tripla del 37-34 con cui si va al riposo lungo (19-19 il parziale della seconda frazione).

Il terzo periodo è di netto predominio salernitano: la Virtus sale in cattedra grazie a Sanna e Di Prampero. In tre minuti e mezzo Salerno va avanti di 13 punti sul 49-36. Falli, palle perse costringono Foglietti a chiamare il timeout ma non basta: Salerno macina la Pallacenstro Senigallia rimanendo avanti di 15. Al 5′ il risultato segna 53-38: impietoso. Agli ospiti non riesce più nulla e gli attacchi si vanificano senza conretizzare. Al 29′ Salerno viaggia sul +18: 59-41, anche se Paparella realizza la tripla che accorcia (si fa per dire) le distanze sul 61-44. Il parziale è di 24-10.

L’ultimo quarto vede la Pallacanestro Senigallia provare a inseguire la Virtus Arechi Salerno ma il divario rimane sempre sul +13, +15, + 17. Il gioco degli ospiti diventa è sicuro e più aggressivo con il risultato solo di aumentare i falli: al 36′ il risultato è di 68-54 e la partita è ormai compromessa: negli ultimi minuti riesce solo un canestro a testa a Gurini, Bertoni e Ricci, mentre dall’altro lato Sorrentino sembra un martello pneumatico. Il divario cresce fino al +24 finale, quando il risultato alla sirena è di 80-56. Consola che il parziale sia di 19-12, ma quel che fa più impressione è la facilità con cui Salerno ha gestito il risultato rimanendo sempre col vantaggio in doppia cifra.

Gara 2 sarà giovedì 3 maggio alle 21 al palapanzini: per la Pallacanestro Senigallia sarà la sfida decisiva, per continuare o meno i playoff iniziati decisamente male.