Bartozzi definisce la nuova giunta di Montemarciano

Il sindaco tiene per sé la difesa della costa e lo sviluppo economico, Tittarelli, vicesindaco, ha l’urbanistica e i lavori pubblici. Tutte le deleghe degli assessori

Uno scorcio di Montemarciano (foto tratta dal sito del Comune)

MONTEMARCIANO – Ecco il nuovo consiglio e la nuova giunta per quanto riguarda il Comune di Montemarciano, andato al voto nella tornata elettorale del 26 maggio scorso come altri sette comuni della zona limitrofa a Senigallia.

La lista di maggioranza “Montemarciano Democrazia e Solidarietà” ha piazzato 11 consiglieri tra cui Andrea Tittarelli, Paolo Magrini, Ilaria Stefanelli, Mirco Cerasa, Leila Gholamhazrat Hojat, Monica Magrini, Lorenzo Seta, Giorgio Giaccani, Silvano Perrone, Stefano Battistini, Gabriella Oreficini.

La seconda lista in termini di voti (oltre 1900) è stata “Progetto Montemarciano“: oltre al candidato sindaco Maurizio Grilli, entrano in consiglio anche Fabiola Caprari (la più votata di tutta Montemarciano con 352 preferenze), Samuele Simoncioni e Gilberto Ripanti.
Per il Movimento 5 Stelle entra solo la candidata Edda Piergentili.

Damiano Bartozzi
Damiano Bartozzi

Il neo sindaco Damiano Bartozzi ha reso nota poi la squadra della giunta comunale e le varie deleghe distribuite. Innanzitutto ha deciso di tenere per sé la difesa della costa, polizia municipale, sviluppo economico, industria commercio e artigianato, viabilità, rapporti con le frazioni, servizi cimiteriali, affari generali ed istituzionali, servizi demografici ed elettorali).

Il vicesindaco sarà Andrea Tittarelli, assessore con deleghe all’urbanistica, lavori pubblici, patrimonio immobiliare, verde e arredo urbano, protezione civile.
Bilancio, tributi e personale saranno di competenza di Mirco Cerasa, mentre Lorenzo Seta avrà in mano cultura, ambiente, associazionismo, turismo e politiche giovanili.

Monica Magnini sarà l’assessore di riferimento per i servizi sociali, lo sport e la partecipazione, mentre Leila Hojat avrà tutela della salute, scuola, fondi europei, diritti umani, pari opportunità, pace ed integrazione.

Il sindaco ha anche reso noto che – oltre agli assessori della giunta – verranno nominati, dopo apposita modifica statutaria, i consiglieri delegati ad aiuto e supporto all’attività del sindaco e degli assessori.